" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 2 maggio 2011

All'ultimo respiro...

SAMPDORIA - Brescia 3-3
Marcatori: 50' Eder; 55' Pozzi; 57' Caracciolo; 63' Tissone; 84' Caracciolo; 91' Mannini

SAMPDORIA: Curci 5 Zauri 6 Gastaldello 5 Lucchini 5,5 Ziegler 5,5; Mannini 7 Palombo 5,5 Tissone 6,5 Laczko 6,5 ( 58' Guberti 6 ); Biabiany 6 ( 66' Maccarone 5,5 ) Pozzi 6 ( 84' Macheda s.v. ) All. Cavasin 6

Brescia (4-3-1-2 ): Arcari 6 Zambelli 6 Zoboli 6,5 ( 79' Zebina s.v. ) Bega 6 Berardi 6; Filippini 5,5 ( 64' Vass 5,5 ) Hetemaj 6,5 Baiocco 6 ( 75' Kone s.v. ); Diamanti 6; Eder 6,5 Caracciolo 7 All. Iachini 6

Arbitro: Rocchi di Firenze 5,5
Ammoniti: Laczko, Pozzi, Hetemaj, Berardi.
Angoli: 9-3
Note: spettatori paganti 6.512, incasso di € 41.753,52; abbonati 18.543

All'ultimo respiro di una di quelle partite che ti fanno perdere svariati anni di vita la SAMPDORIA acciuffa un pareggio che per come si erano messe le cose e soprattutto per la classifica che partorisce non è da disprezzare...
Primo tempo avarissimo di emozioni: la Samp ha il pallino del gioco ma non punge e dello spregiudicato Brescia annunciato alla vigilia non c'è traccia, a parte una fiacca conclusione centrale di Caracciolo.
Tutt'altra musica nella ripresa: al 50' Zambelli affonda sulla destra indisturbato e mette al centro la sfera che com'è ormai tragica consuetudine non riusciamo a spazzare, palla a Eder che si gira e fa secco Curci con un chirurgico diagonale.
Ma il Doria non ci sta e reagisce con veemenza, pervenendo al pareggio grazie a Pozzi che deposita in rete un cross del caparbio Biabiany.
E' il nostro momento migliore, spingiamo sull'acceleratore alla ricerca della vittoria ma al 57' accade l'incredibile: su rilancio di Arcari Gastaldello e Lucchini, pur in netto vantaggio su Caracciolo "riescono" nell'assurda impresa di farsi beffare dall' Airone che tocca in rete sull'uscita di Curci...
Anche stavolta reagiamo con grinta e orgoglio e Tissone ristabilisce la parità con una bella azione personale, torniamo nuovamente ad attaccare e a sfiorare il vantaggio ma all'84' ecco un altro patatrac: cross lento e alto di Diamanti, Curci rimane ancorato sulla linea di porta e Caracciolo vola per incornare in gol...
Sembra di assistere ad un film, horror ovviamente, una partita che rispecchia alla perfezione questa folle, assurda e illogica stagione blucerchiata ma a tempo scaduto Mannini s'inventa la rete del definitivo 3-3 che ridà fiato alle speranze di salvezza mentre è una mazzata per il Brescia che ha ormai un piede e mezzo in serie B...
Punto utile o inutile? Tra venti, interminabili giorni la risposta...

5 commenti:

Entius ha detto...

Il secondo tempo è stato molto appassionante e per chi come me l'ha guardata da semplice sportivo, è stato molto spettacolare.
Sul 2-2 sembrava che la Sampdoria avesse più benzina e potesse trovare il gol da tre punti. E invece poi è arrivato la doccia fredda di Caracciolo.
Se i giocatori blucerchiati avessero sempre messo in campo la determinazione di ieri forse non sareste in questa situazione.

Vincenzo ha detto...

Perdere sarebbe stato devastante per voi, meno male che Mannini ha trovato la giocata giusta per pareggiare i conti. Il pareggio va molto meglio a voi rispetto al brescia.

Ciao.

Antonio ha detto...

Due squadre allo sbando, purtroppo è emerso questo. Il Brescia con questo non-risultato è andato, voi per fortuna potrete ancora giocarvi tutto..se però non mettete a posto un paio di cose (i gol presi sono stati imbarazzanti) la situazione rischia di non modificarsi di una virgola..in bocca al lupo comunque, tifo per voi!

Andrea ha detto...

Dici bene Entius, ora almeno la Samp dà segnali di vita...
Antonio che dirti, pensa che la stessa, identica difesa che domenica ha preso quei gol assurdi la scorsa stagione fu la meno battuta in assoluto nelle gare interne di tutti i campionati europei, il calcio è proprio incredibile...ciao!

yashal ha detto...

E adesso dovete restare in A!!!! daje