" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

martedì 23 agosto 2016

Esordio da 3 punti!


Empoli - SAMPDORIA 0-1
Marcatore: 37' Muriel

SAMPDORIA ( 4-3-1-2 ): Viviano 6; Sala 6,5 Silvestre 6,5 Regini 6 Pavlovic 6,5; Barreto 6,5 ( 86' Eramo s.v. ) Torreira 6,5 Linetty 6; Alvarez 6 ( 61' Schick 6 ); Muriel 7 ( 75' Budimir s.v. ) Quagliarella 6
All. Giampaolo 6,5

Empoli ( 4-3-1-2 ): Pelagotti 5,5; Laurini 5,5 Cosic 5 Costa 6 Pasqual 6; A. Tello 5 ( 46' Krunic 5,5 ) Maiello 5 ( 60' Croce 5,5 ) Buchel 5 ( 81' Gilardino s.v. ); Saponara 5,5; Pucciarelli 5 Maccarone 4,5
All. Martusciello 5

Arbitro: Mariani di Aprilia 6,5
Espulso: 83' Maccarone
Ammoniti: Buchel, Saponara, Linetty, Barreto, Pavlovic, Viviano.
Angoli: 2-5
Note: spettatori paganti e abbonati non comunicati.

Buon esordio per la rinnovatissima SAMPDORIA di Marco Giampaolo che espugna con merito il sempre ostico Castellani di Empoli...
Moduli speculari per entrambe le formazioni, un 4-3-1-2 che nelle file toscane vede il solo Pasqual  assieme a Tello come novità rispetto alla passata stagione mentre nella Samp gli esordienti assoluti sono Pavlovic, Torreira e Linetty...
I blucerchiati ( per l'occasione in maglia bianca ) cominciano in maniera spigliata e vanno pericolosamente alla conclusione due volte con Alvarez poi col passare dei minuti la gara si fa più equilibrata...
Ma la SAMPDORIA ha in squadra un giocatore che quando vuole può spaccare le partite, il suo nome è Luis Muriel: è il 37' quando il colombiano, fin lì piuttosto in ombra, mette il turbo sulla sinistra e appena dentro l'area lascia partire un terrificante mancino terra aria che fulmina Pelagotti...
L'Empoli, piuttosto pasticcione e nervoso potrebbe però pareggiare poco dopo con un bello schema su calcio piazzato che la retroguardia doriana riesce però a neutralizzare...
Nella ripresa, forse complice la non ancora perfetta condizione atletica di entrambe le formazioni le occasioni fioccano da una parte e dall'altra: Muriel e Quagliarella per gli ospiti e Pucciarelli per i padroni di casa sfiorano il bersaglio grosso...
Ci prova anche Alvarez il cui tocco morbido da ottima posizione sfiora il montante, poi l'argentino esce per far posto a un altro debuttante assoluto, il ceco Schick...
La partita resta viva, la Samp non riesce a piazzare il colpo del definitivo k.o. e rischia grosso quando il neo entrato Krunic si presenta tutto solo davanti a Viviano calciandogli però addosso...
Finale convulso e nervoso, ne fa le spese Maccarone espulso per una brutta entrata su un positivo Barreto...
Insomma, buona la prima per la SAMPDORIA: la vittoria è stata complessivamente meritata, si è vista una squadra che inizia ad avere, seppur con delle inevitabili pause, una sua idea di gioco!
Temevo molto questa gara, soprattutto per il fatto che l'Empoli è praticamente lo stesso dell'anno scorso quindi decisamente più affiatato e con meccanismi collaudati rispetto a noi che abbiamo cambiato tantissimo e ci siamo presentati in Toscana con un centrocampo nel quale ad oggi solo il polacco Linetty sarebbe un potenziale titolare...
Era importante partire con il piede giusto, tre punti che danno morale ed entusiasmo ad un ambiente un pò destabilizzato da questo pazzo calcio mercato che ancora non è terminato: l'organico va assolutamente completato, è caccia soprattutto a un difensore...

sabato 20 agosto 2016

Mercato pazzo...e domani si ricomincia...

Piazza pulita!
Questo aveva chiesto la tifoseria blucerchiata subito dopo la fine dell'ultima imbarazzante e disastrosa stagione che aveva visto il Doria evitare d'un soffio una clamorosa retrocessione...
Ma più che di un vero e proprio appello si trattava di uno sfogo, di una voglia totale, assoluta di voltare pagina, di dimenticare e di ripartire con nuovi stimoli...
E invece...piazza pulita lo è stata per davvero!
La società, sia per volontà propria che per necessità ha attuato un'autentica rivoluzione, uno smembramento pressochè totale dell'organico dell'anno scorso: un fatto inedito, una novità assoluta per il mondo doriano, abituato quasi sempre a sessioni di mercato discretamente tranquille...
Si è venduto praticamente tutto il vendibile e...anche di più, reinvestendo il più delle volte quanto incassato in potenziali giovani talenti perlopiù stranieri i quali, si spera, potranno rappresentare in futuro altrettante plusvalenze per la società...
PLUSVALENZA, un termine economico ormai entrato di moda tra i tifosi che devono tristemente, loro malgrado, non solo interessarsi agli aspetti tecnici e ludici ma anche a quelli...amministrativi, se vogliono ovviamente capire ciò che accade alla loro squadra del cuore e non limitarsi a cantare e a sventolare bandiere allo stadio...
Progetto tecnico?
Neanche a parlarne!
Sarà bene che chi ha a cuore i colori blucerchiati si cali nella nuova realtà: finchè ci sarà questa proprietà non ci sarà spazio per i sogni, si cercherà di anno in anno di costruire le migliori squadre possibili ma gli obiettivi concreti, come puntare all'Europa League o a vincere una Coppa Italia, rimarranno chimere, i migliori verranno di volta in volta venduti ai migliori offerenti e si andrà avanti così...
Triste?
Forse, ma più semplicemente realistico!!!
Una nuova realtà nella quale non c'è spazio per la logica ( Castan è già passato al Torino! ) nè per i sentimenti: nello stesso giorno ci ha lasciati Lollo De Silvestri ed è tornato Dodò, due simboli contrapposti della passata stagione, da una parte un guerriero attaccato all'ambiente e alla maglia e dall'altra un calciatore svogliato e indolente, non è bastato incassare oltre 40 milioni, la SAMPDORIA deve comunque generare plusvalenze e allora anche i miseri 3,6 milioni per De Silvestri fanno gola...e se ad andarsene è quello che era stato appena designato come nuovo Capitano passa assolutamente in secondo piano...
Un modo di fare calcio che mi amareggia, ma col quale devo sforzarmi di convivere ed abituarmici...
Un mercato folle che ha partorito il Doria più indecifrabile che io ricordi: ne seguo le sorti con cognizioni di causa da oltre 30 anni e più o meno ho sempre "annusato" che stagione si andrà a fare ma stavolta no, davvero mi è impossibile capire che campionato ci aspetta, siamo ancora un cantiere aperto e lo testimonia il fatto che alla vigilia della prima di campionato ci presenteremo ad Empoli con soli due centrali di ruolo...

giovedì 18 agosto 2016

Coppa Italia, tutto facile contro il Bassano


SAMPDORIA -Bassano 3-0
Marcatori: 23' e 63' Muriel; 69' Budimir

SAMPDORIA ( 4-3-1-2 ): Viviano; De Silvestri, Silvestre, Regini, Sala; Barreto, Torreira ( 74' Cigarini ), Linetty; Alvarez ( 60' Schick ); Muriel ( 67' Budimir ), Quagliarella.   All. Giampaolo

Bassano ( 4-4-2 ): Bastianoni; Formiconi, Pasini, Bizzotto, Crialese; Falzerano, Cavagna, Proietti, Minesso ( 76' Barison ); Maistrello ( 61' Fabbro ), Rantier ( 70' Laurenti ).   All. D'Angelo

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Ammoniti: Torreira, Maistrello
Note: spettatori 8mila circa

giovedì 11 agosto 2016

A testa altissima contro il Barcellona!


Una buonissima SAMPDORIA fa un figurone al cospetto del Barcellona nella 51a edizione del trofeo Gamper: 3-2 il risultato finale per i campionissimi azulgrana ma Giampaolo può sorridere per le positive indicazioni emerse complessivamente dalla doppia sfida in terra spagnola ( sabato scorso pareggio a reti inviolate a Malaga ) e guardare con ottimismo agli ormai imminenti impegni in Coppa Italia e in campionato.
Chiaramente il punteggio non deve trarre in inganno, il Barcellona ha giocato a scartamento ridotto e oltre ai tre gol ha colto tre pali mentre la Samp ha fatto centro praticamente con gli unici veri tiri in porta effettuati tuttavia si è vista una squadra con personalità, organizzata e che inizia ad avere una sua precisa identità tattica...
L'organico è da completare, specie per ciò che concerne il reparto di centrocampo: se ieri al Camp Nou difesa e attacco potevano essere considerati quelli titolari, la mediana, per vari motivi era assolutamente improvvisata con Eramo, Torreira ( l'anno scorso entrambi in B ) e l'ultimo arrivato, il polacco Linetty, sulla carta l'unico dei tre che possa concretamente ambìre a trovare spazio nell'undici iniziale...
Dall' Udinese, dopo le Olimpiadi, arriverà Bruno Fernandes che numericamente andrà a prendere il posto di Soriano ceduto al Villarreal ma è assai probabile l'arrivo di un altro centrocampista che a quel punto libererà Eramo ( corteggiato da mezza serie B ) o Barreto che pare abbia richieste sempre dall'Udinese del suo mentore Beppe Iachini.
C'è poi ( l'ennesima ) grana Cassano da risolvere: FantAntonio non è stato convocato per la tournèe iberica e la sua messa fuori rosa pare alquanto probabile, per il bene della SAMPDORIA mi auguro che la situazione possa risolversi rapidamente, in un senso o nell'altro...

P.S: ieri ha fatto l'esordio la terza maglia, un azzurro carta zucchero con scudetto retrò all'altezza del cuore, semplicemente FANTASTICA!

domenica 24 luglio 2016

Primi gol e nuovo arrivo...


Prima uscita stagionale per la SAMPDORIA che in amichevole ha affrontato i dilettanti del Sellero Novelle, compagine bresciana che milita in prima categoria: 13-1 il risultato finale, sugli scudi Budimir autore di una quaterna ( siglata nella ripresa ) e Soriano con una doppietta mentre la prima rete è stata realizzata da Lollo De Silvestri, uscito poi al 35' a scopo precauzionale per una botta rimediata ad un ginocchio.
Giampaolo ha schierato i suoi col 4-3-1-2, il modulo che salvo clamorosi ripensamenti sarà quello che vedremo durante la stagione, logicamente vista l'enorme differenza di valori tecnici le indicazioni emerse lasciano il tempo che trovano, così come la scelta dei giocatori che hanno giocato il primo e il secondo tempo non stanno certo a significare che siano già stati stabiliti titolari e riserve...
Sul fronte del mercato da segnalare un altro arrivo: in prestito dal Benfica è approdato Filip Djuricic, trequartista serbo di 24 anni che nonostante la sua giovane età ha già mililtato in ben sei campionati diversi.
Del ragazzo, che ha esordito con la sua nazionale sotto la guida di Sinisa Mihajlovic si dice un gran bene ma è chiaro che, come emerge dai tanti trasferimenti effettuati siamo di fronte probabilmente a un talento difficilmente gestibile, si tratta perciò di una sorta di scommessa che si spera la SAMPDORIA possa dire a fine stagione di aver vinto...

giovedì 21 luglio 2016

Nuovi arrivi, ecco Pavlovic e Cigarini!

Sono giornate intense in casa Samp...
Mentre la squadra suda agli ordini di mister Giampaolo nel ritiro di Ponte di Legno, la società è al lavoro per completare e possibilmente migliorare l'organico...
Bisogna ammettere che a differenza delle passate stagioni quest'anno la dirigenza sembra piuttosto celere nelle operazioni di mercato tanto che a solo un mese dall'inizio del campionato non è assolutamente esagerato affermare che la rosa della SAMPDORIA stagione 2016/17 sia quasi definita nella sua totalità!
Certo, mancano ancora alcuni tasselli e non è da escludere che in queste settimane di ritiro ci si accorga di lacune ad oggi non emerse ma siamo già a buon punto e il tempo per eventuali interventi non manca!
Due sono i colpi piazzati negli ultimi giorni: nell'ultima stagione in prestito al Frosinone e successivamente svincolatosi dal Grasshopher è giunto Daniel Pavlovic, terzino sinistro svizzero di 28 anni mentre dall'Atalanta è approdato Luca Cigarini, centrocampista che ha da poco toccato le trenta primavere...
Arrivato a Frosinone nel mercato di gennaio, Pavlovic si è distinto per aver realizzato ben 5 assist, record per un difensore nell'ultima serie A, un dato che sta a significare come l'elvetico ami spingere e sia dotato di un bel mancino: non posso certo affermare di conoscerlo bene ma se le premesse sono queste direi che il suo acquisto può essere accolto con moderata soddisfazione, ora è da capire se Pavlovic sarà titolare oppure il rincalzo di un eventuale altro terzino sinistro ( si sta facendo un a mio parere incomprensibile tentativo per riportare Dodò a Genova...mah...).
Conosco invece decisamente meglio Cigarini che è un classico regista, figura che ci mancava dai tempi di Sergio Volpi, la sua carriera non è forse decollata come ci si attendeva nei suoi primi anni di carriera ma le sue qualità sono innegabili...
Per due che arrivano c'è uno che invece saluta la compagnia: un pò a sorpresa ha infatti rescisso il contratto Nenad Krsticic, giocatore al quale tutti noi sampdoriani siamo affezionatissimi sia per il suo sincero attaccamento ai nostri colori che per le sfortunate vicende di salute che lo hanno colpito ( da poco arrivato a Genova gli fu diagnosticata una grave forma di linfoma )...
Era soprannominato Capitan Futuro, su di lui erano riposte molte speranze ma quell'intervento assassino di Matuzalem nel derby del 2013 lo ha rovinato, da allora Krsticic, che a distanza di mesi aveva ancora la caviglia colpita gonfia come un melone non si è più ripreso...
IN BOCCA AL LUPO NENAD!!!

lunedì 11 luglio 2016

Mercato in fermento...


Sciolto il nodo dell'allenatore la dirigenza della SAMPDORIA è ora al lavoro per mettere mano ad un organico che, dopo la disastrosa stagione scorsa, necessita di profondi e numerosi interventi un pò in tutti i reparti ad eccezione di quello relativo ai portieri dove le conferme del titolarissimo Viviano e del genovese Puggioni ( che potrebbe essere promosso come secondo ) sono certe.
Dalle prime mosse par d'intuire che, se non sarà una vera e propria rivoluzione ci andremo molto vicini ed è bene che il tifoso blucerchiato si cali in questa nuova realtà ossia quella di una società che deve fare necessariamente cassa, plusvalenze ed investire su potenziali giovani talenti che a loro volta diventeranno "merce" da vendere di fronte a offerte ( si spera...) vantaggiose, è evidente che da un punto di vista tecnico/sportivo così facendo un progetto vero e proprio in pratica NON ESISTE ma se non hai una proprietà finanziariamente solida questo è e sarà il destino che ci aspetta...
Fernando, Moisander e Correa sono i primi pezzi grossi ad aver salutato la compagnia: se per il brasiliano ( la sua cessione allo Spartak Mosca dovrebbe concretizzarsi in queste ore ) la partenza era nell'aria da settimane mentre quella del deludente finlandese passa tutto sommato inosservata al contrario stupisce ( accendendo animati dibattiti in rete e sui social ) la fulminea vendita del Tucu al Siviglia per circa 13 milioni più altri 5 di un'eventuale futura cessione...
Una partenza improvvisa e imprevedibile, Correa sembrava uno dei punti fermi dai quali ricominciare e persino Giampaolo, nella sua prima conferenza stampa, si era sbilanciato tessendone le lodi...
Personalmente approvo in pieno l'operazione condotta dalla società, nessuno ad oggi può stabilire che calciatore sarà in futuro Correa, non possiamo permetterci di aspettare l'eventuale esplosione di potenziali talenti per cui ben venga questa plusvalenza...
Sul fronte degli arrivi da segnalare invece quelli ufficiali di Budimir, attaccante croato tra i principali protagonisti della storica promozione del Crotone nella massima serie e di Leandro Castan, difensore brasiliano che approda al Doria dalla Roma con la formula del prestito secco, in dirittura d'arrivo anche l'arrivo di Patrick Schick, talentuoso attaccante ceco di 20 anni del quale si dice un gran bene e per il quale sarebbe stata addirittura battuta la concorrenza della Roma e di altri squadroni europei...
Insomma, appena cominciato e il mercato blucerchiato è già in pieno fermento, la sensazione è che siamo solo all'inizio e di certo non ci si annoierà...