" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

venerdì 12 novembre 2010

E come l'anno scorso...

Parma - SAMPDORIA 1-0
Marcatore: 84' Boijnov

SAMPDORIA: Curci 6,5 Zauri 6 ( 43' Volta 5,5 ) Gastaldello 5,5 Lucchini 6 Accardi 6; Koman 5,5 ( 71' Guberti 5,5 ) Palombo 5,5 Poli 5 ( 81' Dessena s.v. ) Mannini 6; Marilungo 5 Pazzini 5,5 All. Di Carlo 5

Parma ( 4-3-3 ): Mirante 6; Zaccardo 6,5 Paletta 6 Lucarelli 6 Antonelli 6; Morrone 6 ( 71' Gobbi 6 ) Dzemaili 6 Candreva 6; Valiani 6 ( 57' Crespo 5,5) Boijnov 6 ( 86' Angelo s.v. ) Marques 6 All. Marino 6

Arbitro: Peruzzo di Schio 5,5
Ammoniti: Lucchini, Poli, Volta, Mannini, Lucarelli
Angoli : 10-0
Note: paganti 2.690, incasso di € 28.521.80; abbonati 13.319

Gli amici di Parma possono stare tranquilli...
La loro squadra è in crisi di gioco e di risultati? Niente paura!
Basta attendere l'arrivo della SAMPDORIA e il ritorno alla vittoria è assicurato!
E' successo l'anno scorso ed è accaduto puntualmente ieri: stesso punteggio, stesse recriminazioni da parte nostra ( rigore negato per fallo su Pazzini, la passata stagione fu la volta del penalty prima assegnato e poi tolto a Mannini...), fine della nostra striscia positiva e contemporaneo rilancio dei ducali!
La vittoria del Parma è meritata, aldilà degli episodi favorevoli alla squadra di Marino, perchè i padroni di casa ci hanno messo più cattiveria agonistica e più voglia di vincere rispetto a noi, timidi e rinunciatari per quasi tutto l'incontro!
Solo in avvio di ripresa abbiamo avuto una fiammata culminata con una traversa di Pazzini su calcio di punizione e con un fallo sullo stesso attaccante che avrebbe meritato la massima punizione.
Per il resto buio totale, o quasi: una SAMPDORIA calatasi perfettamente nel clima atmosferico del Tardini ( una densa foschia ha reso a tratti problematica la visione della partita ) che è stata messa sotto praticamente per tutto il match, incapace di impostare delle ripartenze degne di questo nome e con la difesa sempre bassa, bassissima, che finiva inevitabilmente per lasciare isolati in avanti i nostri attaccanti.
Se almeno dal punto di vista della personalità questa squadra fino ad ora in campionato non era mai mancata ieri c'è purtroppo da registrare questo preoccupante passaggio a vuoto, e se dopo la partita contro il Catania mi ero sforzato di vedere il bicchiere mezzo pieno ora francamente mi viene difficile specie se analizzo i nostri numeri riguardanti la fase offensiva: solo 6 reti nelle ultime 9 partite, tra cui un rigore, un calcio piazzato, un'autorete e un gol al 92', dati che devono far riflettere, specie l'allenatore...

2 commenti:

Vincenzo ha detto...

Beh non state attraversando un periodo felice e soprattutto tranquillo.

Sono convinto che la vicenda Cassano abbia scosso parecchio il gruppo.

Ciao.

Andrea ha detto...

Ipotesi tutt'altro che da scartare Vincenzo...ciao!