" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 11 novembre 2010

A Parma torna Pozzi

E' la SAMPDORIA a chiudere il turno infrasettimanale di campionato affrontando stasera al Tardini il Parma attualmente fanalino di coda dopo i risultati maturati ieri.
Ad eccezione di Semioli e Cassano Di Carlo ha l'intera rosa a disposizione: l'unica novità rispetto alla gara di domenica scorsa contro il Catania è il rientro di Pozzi che rileverà Marilungo.
Nel Parma Marino recupera gli acciaccati Valiani, Giovinco e Crespo ma nessuno dei tre partirà titolare: il tecnico siciliano ( la cui panchina è a forte rischio ) proporrà il suo classico 4-3-3 con Candreva e Marques ai lati dell'unica vera punta di ruolo ossia Boijnov.
E' una sfida che per i ducali ha il sapore dell'ultima spiaggia: senza vittorie dalla prima giornata, col presidente Ghirardi letteralmente furibondo e con la squadra in ritiro da lunedì e in silenzio stampa ( ad eccezione di un accorato appello all'unità di Crespo ), si preannuncia per noi un clima certamente non facile...Storicamente siamo specialisti nel rilanciare le squadre che hanno l'acqua alla gola, giusto l'anno scorso gli emiliani tornarono alla vittoria proprio contro di noi interrompendo un lungo digiuno...
Mi aspetto quindi una Samp di carattere, che risponda colpo su colpo alla prevedibile furia parmense e che sia abile nello sfruttare quegli spazi che le squadre di Marino sono solite lasciare, sarebbe importante per la classifica e per il morale tornare imbattuti dall' Emilia per dare continuità alla nostra striscia positiva che dura da sette partite...FORZA RAGAZZI !!!!

2 commenti:

yashal ha detto...

Come vedi il calendario non può dirsi facile o difficile, dipende tutto dalla squadra!!! ciao

Andrea ha detto...

Certo yashal, i calendari facili o difficili poi lo sono solo sulla carta, resta però indiscutibile ( almeno per me ) il fatto che se si gioca con Brescia, Bologna e Cagliari avrai più possibilità di vincere ( o fare più punti ) che se affronti Inter, Juve o Napoli tanto per fare un esempio...ciao!