" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 25 settembre 2010

Ziegler salta l'Udinese

Dopo il brodino di Cagliari la SAMPDORIA torna davanti al proprio pubblico per sfidare l'Udinese clamorosamente fanalino di coda a zero punti.
Non sarà della partita Reto Ziegler: il biondo elvetico ha accusato un affaticamento muscolare e non è stato convocato da mister Di Carlo.
Per la sua sostituzione sono due le ipotesi: quella più concreta vede l'inserimento di Cacciatore a destra col conseguente dirottamento a sinistra di Zauri; decisamente più remota invece appare la seconda soluzione, ossia il "rispolvero" di Accardi che però quest'anno non è stato ancora impiegato...
Come ampiamente previsto torna Cassano dopo il turno di riposo: FantAntonio riprenderà il suo posto in avanti in tandem con Pazzini.
Nonostante qualche problemino al ginocchio sarà regolarmente in campo anche il capitano Angelo Palombo che proprio oggi festeggia i suoi 29 anni!
Nell'Udinese tutti a disposizione di Guidolin, ad eccezione degli infortunati di lungo corso Basta, Ferronetti e Denis.
Rispetto alla sfortunata prova di Bologna il tecnico friulano dovrebbe riproporre la difesa a tre e Pinzi trequartista dietro le punte Di Natale e Floro Flores.
Si preannuncia un match difficilissimo, visto che i bianconeri giocheranno presumibilmente col coltello tra i denti per strappare il primo risultato positivo di questo loro sciagurato inizio di stagione: Di Natale e compagni non meritano l'attuale classifica, hanno fatto soffrire l'Inter e non meritavano di perdere nè contro la seconda squadra di Genova e nè mercoledì a Bologna, dove anzi anche un pareggio sarebbe stato stretto...
Immagino però che la loro condizione psicologica non sarà delle migliori, per cui a mio parere dovremo metterli in difficoltà fin dall'inizio e possibilmente sbloccare il risultato, a quel punto potrebbero "sciogliersi"e andare in confusione, guai a lasciarli giocare, prenderebbero coraggio e si farebbe durissima...Dal canto nostro abbiamo quasi l'obbligo di tornare ad assaporare il gusto della vittoria che ormai manca dalla prima giornata, tre punti che farebbero dimenticare lo scivolone col Napoli e darebbero una bella sterzata alla nostra classifica...DAI DORIA !!!

3 commenti:

yashal ha detto...

Sulla carta non dovrebbero esserci troppi problemi ma queste squadre come l'Udinese sono sempre pronte a rialzare la testa. "Occhio"!
ciao
http://mondobiancoceleste.blogspot.com

yashal ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.