" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 27 settembre 2010

Che brutti!

SAMPDORIA - Udinese 0-0

SAMPDORIA: Curci 6 Cacciatore 5 Gastaldello 6,5 Lucchini 6,5 Zauri 6,5 Semioli 5 ( 73' Marilungo s.v. ) Palombo 6 Dessena 6 Guberti 5 ( 60' Obiang 6 ) Cassano 5 Pazzini 5,5 ( 87' Pozzi s.v. ) All. Di Carlo 5

Udinese (3-5-2): Handanovic 6; Benatia 6 Zapata 6,5 Domizzi 6 ( 25' Coda 6,5 ); Isla 6,5 Pinzi 6 Inler 6,5 Asamoah 6 Armero 5,5; Di Natale 6,5 ( 72' Sanchez 6 ) Floro Flores 5,5 ( 85' Corradi s.v. ) All. Guidolin 6,5

Arbitro: Gervasoni di Mantova 5,5
Ammoniti: Dessena, Zapata, Handanovic.
Note: spettatori paganti 2.936, incasso di € 48.060; abbonati 18.542

Che brutta Samp!
Contro l'Udinese gli uomini di Di Carlo forniscono un'altra deludente prestazione che fa il paio con quella di domenica scorsa col Napoli.
Ma se quello coi partenopei era parso un episodio, il match di ieri deve far suonare un piccolo campanello d'allarme!
Perchè aldilà della buona partita disputata dagli ospiti che hanno strameritato il loro primo punticino della stagione non è ammissibile che la SAMPDORIA, davanti al proprio pubblico produca zero gioco e di conseguenza zero occasioni!
Una molle punizione di Palombo nel primo tempo e un tiro centrale di Dessena nella ripresa: questo è tutto ciò che siamo riusciti a indirizzare verso la porta di Handanovic al quale, dopo i 9 gol incassati nelle prime 4 giornate, non sarà sembrato vero di trascorrere un pomeriggio di quasi relax...
Ben più limpide sono state le palle gol per l'Udinese, con Curci bravo a respingere una conclusione ravvicinata di Pinzi in avvio di gara e Zauri a salvare sulla linea un pallonetto di Di Natale nel secondo tempo...
Un'involuzione netta e evidente rispetto a soli quindici giorni fa, che sta coinvolgendo la squadra sotto ogni aspetto: tecnico, tattico, atletico e caratteriale, non possono reggere gli alibi della stanchezza ( anche l' Udinese ha giocato tre gare in una settimana ) del pessimo terreno di gioco e anche del probabile rigore non assegnatoci da Gervasoni per un fallo su Cassano nel primo tempo...
Per il momento non mi preoccupo: la classifica, come mio solito, comincerò a guardarla solo dalla decima giornata, però mi attendo una svegliata generale da parte di tutti ( allenatore compreso ) fin da giovedì in Europa League...

4 commenti:

Vincenzo ha detto...

La partita non l'ho vista, ma a quanto pare è stata davvero brutta.

Cassano e Pazzini devono essere al top per rendere e far giocare bene e vincere la samp.

Ciao.

Giovanni Del Bianco ha detto...

Veramente indecente giocare in questo modo in casa contro una squadra in grande difficoltà com'era l'Udinese! Speriamo che ora non snobbino l'Europa League per cercare di tornare a fare punti in campionato...

R-J ha detto...

It is very important the game against Debrecen to change the bad dynamic
Saluti,
transfersaqueneutral.blogspot.com
(a blog about sports transfers)

yashal ha detto...

Brutti perchè si deve considerare il momentaccio dell'Udinese ma la partita non è stata facile per noiente. Un saluto laziale

http://mondobiancoceleste.blogspot.com

p.s. per rispondere al tuo commento di fb...Lotito pezzo di .....! ciao