" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 30 agosto 2010

Rilancio!

SAMPDORIA - Lazio 2-0
Marcatori: 60' rig. Cassano; 71' Guberti

SAMPDORIA: Curci 6 Zauri 6 Gastaldello 6,5 Lucchini 6,5 Ziegler 6 Semioli 6 ( 91' Mannini s.v. ) Palombo 6 Dessena 6,5 Guberti 7 ( 75' Koman 5,5 ) Cassano 6 Pazzini 6 All. Di Carlo 6,5

Lazio ( 3-4-2-1 ): Muslera 5,5; Biava 5,5 Dias 6 Radu 5,5; Lichtsteiner 5 ( 75' Rocchi s.v. ) Ledesma 6 Matuzalem 6 Del Nero 5,5 ( 57' Cavanda 6 ) Hernanes 6,5 Zarate 6 ( 69' Foggia 5,5 ) Floccari 5,5 All.Reja 5,5

Arbitro: Romeo di Verona 6,5
Ammoniti: Ziegler, Dias, Radu, Biava, Lichtsteiner
Angoli: 4-5
Note: spettatori paganti 3.372, incasso di € 53.267; abbonati 18.132

Era proprio quello che ci voleva...una vittoria!
Per cominciare bene il campionato e, soprattutto, per allontanare gli incubi del martedì di coppa, anche se il beffardo esito di quell'incontro chissà per quanto tempo ancora rimarrà nella mente e nel cuore di noi blucerchiati...
Tre punti sofferti, anzi soffertissimi, ottenuti contro una buonissima Lazio che ha avuto però il torto di durare solo un tempo, il primo, nel quale i fini palleggiatori del centrocampo biancoceleste ci mettevano in grande difficoltà anche se gli uomini di Reja si rendevano pericolosi solo con tiri da fuori.
Nella ripresa invece, dopo un inizio stentato, siamo venuti fuori noi alla grandissima nonostante il timore che le fatiche della sfida col Werder si potessero far sentire e abbiamo sfruttato alla perfezione le ingenuità ( trattenuta inutile di Lichtsteiner su Dessena che procurava il giusto rigore ) e gli errori ( Muslera perdeva banalmente palla in uscita su calcio d'angolo ) degli ospiti che solo nel finale riuscivano a riemergere e a crearci qualche grattacapo...
Un successo di straordinaria importanza, che ricarica squadra e tifosi e dà la dimostrazione di come questa SAMPDORIA, se non pagherà dazio in termini di energie e giocatori per l'Europa League, possa recitare un ruolo da protagonista in campionato...

2 commenti:

alfredo ha detto...

Bentornato e bentrovato caro amico doriano...ottiam disamina della gara...ad un primo tempo di chiara marca biancoceleste è seguito un secondo tempo dove la mia lazio si è gonfiata come un palloncino...grazie ad un penalty forse generoso (in quanto se ci fosse stata la juve, il milan, l'inter o la roma non l'avrebbe mai fischiato)e alla solita papera di muslera che hanno spianato la strada alla vittoria blucerchiata. Quello che manca a questa lazio per renderla competitiva è la grinta e la cattiveria dimostrata invece dalla samp. Con i palleggi e i tocchi di fino non si va da nessuna parte. Buona fortuna a voi che anche quest'anno potreste essere la sorpresa positiva di questa serie A commerciale!

Andrea ha detto...

Ciao Alfredo benritrovato anche a te...
A me il rigore è sembrato piuttosto evidente, troppo ingenuo Lichtsteiner, difficilmente Dessena sarebbe arrivato su quel pallone...
Comunque la tua Lazio non mi è affatto dispiaciuta, io credo che nel folto gruppo delle squadre che lottano per un posto in Europa League rientrate anche voi...ciao!