" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 1 settembre 2010

Attaccatevi al...Pazzo!

E' ( finalmente ! ) terminato il calciomercato: la versione pallonara di Novella 2000 per qualche mese dovrà inevitabilmente lasciare spazio alle ben più interessanti ( almeno per il sottoscritto ) vicende relative al rettangolo di gioco, ove si potrà constatare chi ha operato bene e chi no...
Sarò anche molto curioso nel vedere quanto ci avranno azzeccato i vari guru, i supermega esperti, giornalisti (?) e direttori sportivi caduti momentaneamente ( forse...) in disgrazia che già da prima dell'estate, forti delle loro conoscenze ( ? ) e competenze varie ( ??? ) si sono divertiti a profilare i vari colpi di mercato, purtroppo per loro andati però quasi tutti a vuoto.
Per costoro è una gran goduria vedere squadre che vendono 20 giocatori e ne comprano altrettanti e poco male se ciò viene fatto magari cedendo giovani molto interessanti e acquistando campioni over 30 che guadagnano cifre folli...l'importante è muovere le acque, fare un gran casino, e a loro và inevitabilmente la palma di regine di mercato... In questo tourbillon la SAMPDORIA non è, volutamente, mai entrata: una precisa strategia societaria che, da subito, ha puntato sulla conferma in blocco dei protagonisti dell'ultima strepitosa stagione...
Avremmo potuto anche noi fare come tante altre società: vendere Pazzini, Palombo, Lucchini, Ziegler, Gastaldello e magari anche Cassano, e col grano incassato ( almeno 60 milioni ) fare la voce grossa alla voce acquisti...facile, molto facile fare mercato così!
E la nostra scelta è stata ovviamente snobbata da tutti i mass media che, di conseguenza, ci hanno trattato con la solità superficialità, la stessa che usano per "celebrare" i nostri successi sportivi...assieme alla Fiorentina siamo stati l'unica squadra di fascia medio alta che non ha venduto alcun pezzo pregiato, ma questo aspetto non certo trascurabile non è stato minimamente messo in risalto.
Ma oltre alle considerazioni giornalistiche, quello che più ha irritato l'ambiente blucerchiato è stato il mare di menzogne che si sono dette e scritte sul nostro conto perchè va bene parlare di eventuali rumors, ma inventarsi notizie totalmente prive di fondamento è inaccettabile: solo per citare le più clamorose ricordo il Corriere dello Sport che, a fine giugno, a tutta pagina pubblicò la notizia dell'ormai certo passaggio di Pazzini alla Juve, con tanto di annuncio ufficiale previsto dopo la metà di luglio e, più recentemente, la redazione sportiva di Mediaset che "scopre" una clausola rescissoria sempre nel contratto del Pazzo secondo la quale, in caso di non qualificazione alla Champions League, è già deciso il suo approdo sotto la Mole...
Ancora ieri, il delirante Studio Sport dichiarava che per il nostro bomber alla corte dell'ex Del Neri non c'erano da convincere nè il giocatore e nè la nostra dirigenza bensì la stessa...Juve, come a dire che noi contiamo meno di zero...e dire che le parole del nostro Presidente erano state piuttosto chiare al riguardo, ma cionostante tali personaggi hanno voluto proseguire nelle loro invenzioni finendo poi per sbatterci il muso...
Come ha scritto la società in un comunicato apparso sul proprio sito " ...ci dispiace per gli altri..."; personalmente, a questi altri, aggiungo un cordialmente ATTACCATEVI AL...PAZZO!


2 commenti:

Vincenzo ha detto...

Io sinceramente penso che il quarto posto della scorsa stagione doveva essere il trampolino di lancio per fare qualcosa in più per far crescere ulteriormente la vostra società. Non dico di cambiare tutta la squadra perchè sarebbe stata una follia dopo la grande stagione che avete fatto, ma qualche innesto di maggiore qualità vi avrebbe permesso di confermare anche l'anno prossimo quanto di buono fatto. Come ben sai, il vostro mercato mi ha lasciato molto deluso (peggio del nostro e ho detto tutto), però evidentemtne Garrone vuole mantere la Sampdoria così.

Sono infinite le squadre di media classifica che confermano due campionati di alto profilo in due stagioni consecutive con la stessa squadra. Udinese, Lazio, Genoa, Napoli sono tutte finite nel baratro dopo aver annusato l'europa che conta. Spero che non succeda anche a voi anche se Garrone ha fatto di tutto per non evitarlo.

Ciao.

Andrea ha detto...

Vincenzo migliorare la Samp del quarto posto era oggettivamente molto, molto difficile...la cosa si sarebbe potuta fare cedendo 1/2 pezzi pregiati e col ricavato andare ad acquistare un paio di elementi di classe ed esperienza, ma poi si sarebbe presentato il problema di sostituire i partenti...ormai è molto difficile poter coniugare una sana gestione economica a un rafforzamento tecnico, spesso in passato non ho risparmiato critiche alla società per la sua eccessiva parsimonia ma a questo giro globalmente mi ritengo soddisfatto...ciao!