" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 5 maggio 2010

Se c'è una giustizia...

...in Champions andremo noi!
Senza nulla togliere al Palermo, autore anch'esso di un campionato da incorniciare e formato da giovani dal sicuro avvenire quali Sirigu, Kjaer, Cavani, Hernandez, Pastore ( quest'ultimo un potenziale fuoriclasse ), da un talento come Miccoli che se sta bene fisicamente è uno dei più forti attaccanti italiani e che solo il nostro testardo e prevenuto c.t. può non convocare in Nazionale, e con un allenatore serio, umile e preparato come Delio Rossi che fa bene ovunque và...
Ma, a questo giro, tocca a NOI!
Se c'è una squadra che si merita il quarto posto quest'anno è la Samp, la MIA SAMP....
Ce lo meritiamo in primis perchè quest'anno abbiamo subìto dei torti arbitrali allucinanti, tra rigori grandi come una casa negati, gol subìti in chilometrico fuorigioco e regolarmente convalidati e, ciliegina sulla torta, il primo caso al mondo di un arbitro che prima assegna un penalty e poi cambia idea su segnalazione del quarto uomo che ha rivisto l'azione alla TV e che decide che, a suo parere, quello non era rigore...
Non voglio fare il classico tifoso che mette sul piatto della bilancia solo gli errori a nostro sfavore: abbiamo avuto anche qualche regalino, come in casa col Bari e a Udine, ma siamo ugualmente in credito, in larghissimo credito...

Ce lo meritiamo perchè già 5 anni fa nel testa a testa con l'Udinese non ci andammo per un solo misero punto: nello scontro diretto in Friuli pareggiammo per 1-1 e il gol del pareggio dei padroni di casa ( in realtà un'autorete di Pisano ) fu viziato da un evidentissimo fallo...proprio poche settimane fa, tra le nuove intercettazioni telefoniche venute alla ribalta, ne è spuntata una riguardante l'allora mister dell'Udinese Spalletti e l'ex designatore Bergamo che lo rassicura circa la designazione dei guardalinee...

Se lo merita il nostro Presidente, entrato quasi per caso nel mondo del calcio e che, capito ben presto come funziona si è battuto per combattere il marcio che vi è al suo interno, non chinando la testa davanti ai potenti e alle grandi squadre e lottando praticamente da solo per ottenere la legge su una più equa ripartizione dei diritti televisivi.

Se lo merita il nostro direttore Beppe Marotta, ormai prossimo all'addio per approdare sulla sponda bianconera del Po: portarci dalla serie B all'Europa dei Grandi sarebbe la chiusura perfetta di un rapporto con l'ambiente blucerchiato che va aldilà della semplice stima...
Se lo merita Antonio, talento straordinario del nostro calcio che per la sua testa matta ha buttato alle ortiche una carriera che sarebbe stata grandissima ma che ora, trovato nel nostro ambiente l'habitat ideale ha l'opportunità di prendersi la sua più grossa soddisfazione...
Se lo merita Angelo, il nostro Capitano, che seguendo l'esempio dei grandi ex dell'epoca d'oro ha rinunciato a contratti ben più renumerativi e a lottare ogni anno per i massimi traguardi perchè ha capito che farlo qui è straordinariamente più bello che altrove...
E, ultimo ma non ultimo, ce lo meritiamo noi tifosi:dopo l'amarezza della finale di Coppa Italia persa l'anno scorso ai rigori contro la Lazio nella quale dammo uno straordinario esempio di passione, correttezza e civiltà è arrivato il momento che il destino, a quasi un anno di distanza, ci ripaghi di quella serata bellissima ma al tempo stesso struggente...
Ce lo meritiamo, se c'è una giustizia...

4 commenti:

alfredo ha detto...

DAJE REGà...A PALERMO CE LA FARETE...PASSATI I PRIMI 20 MINUTI DI AGGRESSIVITà CREDO CHE RIUSCIRETE A PASSARE INDENNI...
NOI PRENDIAMO IL PUNTICINO A LIVORNO..E CI SI RIVEDE IL PROSSIMO ANNO...A BATTAGLIARE ONESTAMENTE COME NOI E VOI SAPPIAMO FARE...

IERI LA FINALE DI COPPA ITALIA...è STATO LA BRUTTA COPIA DI QUELLA SPORTIVA DELLO SCORSO ANNO E SONO FELICE CHE L'ITALIA SI SIA RESA CONTO ANCOR DI PIù DI CHE RAZZA SIANO I ROMANISTI CAPACI DI ACCOLTELLARE DA INIZIO CAMPIONATO UNA 40 DI PERSONE...PERò LI MANDANO IN MASSA IN TRASFERTA RIDICOLO!

aLè LA LAZIO ALè LA DORIA! CIAO A TUTTI!

Andrea ha detto...

D'accordo su tutto Alfredo:-)...ciao!

Vincenzo ha detto...

Ciao Andrea, bel post.
Premettendo che secondo me a livelli di singoli il Palermo è un pò sopra di voi, credo che la Champions la meriterà la squadra che domenica porterà a casa la vittoria.

In bocca al lupo!

PS: Alfredo, da Interista ti dico forza Lazio!

Andrea ha detto...

Vincenzo credo che nell'undici le due squadre tutto sommato si equivalgano, forse grazie alla classe di Liverani il Palermo ha un pelino di qualità in più a centrocampo e,come organico, più scelte in attacco...forse gli unici due che scambierei coi rosanero sono Cassani e Kjaer, per il resto mi tengo i miei ragazzi:-)...ciao!