" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

domenica 11 aprile 2010

D E R B Y !

Mancano ormai poche ore all'attesissimo derby della Lanterna, il 102° della storia.
Tutti a disposizione per la stracittadina, eccezion fatta per i "soliti" Castellazzi e Pozzi e per lo squalificato Accardi: formazione quindi pressochè scontata, l'unico piccolo dubbio riguarda il ballottaggio tra Guberti e Mannini con l'ex romanista nettamente favorito.
Sarà regolarmente in campo anche Antonio Cassano: il talento barese nella partitella di rifinitura ha rimediato un colpo allo zigomo che ha spaventato un pò tutti ma gli esami hanno scongiurato complicazioni, probabilmente però fino all'ultimo si manterrà il silenzio sulla sua presenza, un pò per pretattica in stile dirimpettai e un pò per tenere tutti col fiato sospeso e alimentare ulteriormente il livello di adrenalina...
Sull'altra sponda invece non mancano i problemi per mister Gasperini, alle prese con diversi indisponibili anche se rispetto ai giorni scorsi paiono aver recuperato Acquafresca, Dainelli e Amelia mentre Marco Rossi invece, a causa di una microfrattura, non dovrebbe essere del match.
Com'è tradizione il derby è una partita a se, che sfugge a qualsiasi pronostico: è perfettamente inutile stabilire chi è più in forma e chi meno, chi ha più infortunati o chi gioca meglio, tutto si azzera e dal fischio d'inizio di Tagliavento conteranno solo cuore, muscoli e cervello...
Ne veniamo da tre "sberle"consecutive, l'ultima delle quali rimediata nella gara d'andata che fu un'autentica umiliazione: se da una parte quindi è inevitabile che ci sia un pò di apprensione, dall'altra auspico che ci sia una gran voglia di riscatto!
Dovremo essere bravi a non cadere nelle loro trappole fatte di falli tattici, gioco duro e provocazioni: mi attendo una prova di maturità, da squadra vera che vuole mantenere con le unghie e con i denti il quarto posto appena riconquistato...
Mi aspetto 11 giocatori ma soprattutto 11 uomini veri, che vogliano onorare al meglio delle loro possibilità la maglia blucerchiata con lo stemma di Genova sul petto e quello dell' UNIONE CALCIO SAMPDORIA sul cuore...FORZA RAGAZZI !!!!!

2 commenti:

yashal ha detto...

R I V I N C I T A

Vincenzo ha detto...

Il derby di Genova è sempre entusiasmanete! In bocca al lupo!