" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

martedì 30 giugno 2009

Ciao Sangue...

Il mercato della SAMPDORIA, seppur lentamente, si muove.
Dopo aver rinnovato, tra le altre, le comproprietà di Dessena, Mirante e Volta ( ma i primi due difficilmente rimarranno in blucerchiato ) e in attesa di ufficializzare lo scambio Campagnaro - Mannini col Napoli, oggi c'è da registrare la cessione di Gennaro Delvecchio al Catania per una cifra che dovrebbe aggirarsi attorno ai 3 milioni di euro.
Per il centrocampista barlettano si tratta di un ritorno, avendo Delvecchio già militato all'ombra dell'Etna in serie B nella stagione 2003/04.
Si chiude così dopo tre anni l'avventura di "Genna" alla Samp e devo ammettere che un velo di tristezza si è impadronito di me...
Giocatore "brutto" a vedersi per via di quelle lunghe leve che lo rendono lento e macchinoso nei movimenti, ha però saputo farsi apprezzare da noi tifosi per l'impegno e per il gran carattere che ha sempre messo in campo: è stato spesso autore di gol pesanti, indimenticabili quelli realizzati contro il Milan a San Siro nella stagione 2007/08 e quelli di quest'anno a Marassi contro l'Inter alla prima giornata e contro il Bologna, grazie a quella sua acrobatica girata da bomber di razza che spezzò l'incubo e ci permise di ottenere la prima, sospirata vittoria in campionato...
E, logicamente, non potrò dimenticarmi le sue curiose esultanze dopo ogni rete, dei balletti al limite tra il tribale e il demenziale...CIAO SANGUE!

2 commenti:

yashal ha detto...

Almeno voi vi muovete sul mercato..ahaha..ciao

Andrea ha detto...

Non dimenticare l'acquisto di Maurito:-)