" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 20 aprile 2009

Sconfitta indolore

Catania - SAMPDORIA 2-0
Marcatori: 39' rig. Mascara; 48' Martinez
Ammoniti: Mascara, Baiocco.
Angoli: 5 - 7
Note: spettatori paganti 2.205, incasso di € 40.183; abbonati 15.258

La SAMPDORIA conferma la sua pessima tradizione del Cibali ( o Massimino che dir si voglia ) e anche stavolta torna a mani vuote dalla trasferta in Trinacria.
E' stata la classica partita tra due squadre che hanno ormai poco o nulla da dire a questo campionato, quindi ritmo basso e di conseguenza pochissime azioni pericolose, anche se è la Samp a creare quelle più nitide...
S'intuisce che solo un episodio può sbloccare l'inerzia della gara e questo favorisce gli etnei sotto forma di un calcio di rigore per fallo di Lucchini su Izco: dal dischetto Mascara non fallisce.
Ad inizio di ripresa arriva il raddoppio, stavolta confezionato al termine di una bella triangolazione che infilza la statica retroguardia doriana e permette a Martinez di appoggiare comodamente in rete dopo una corta respinta di Castellazzi.
Dopo qualche minuto di sbandamento la SAMPDORIA si riorganizza e spinge con discreta continuità fino al termine, ma quel gol che sarebbe stato meritato e che avrebbe riaperto la contesa non arriva...
Nessun dramma per questo k.o., sicuramente il più indolore del campionato: certo, sfuma ormai ogni residua possibilità di conquistare quel settimo posto che avrebbe potuto voler dire Europa, ma l'obiettivo è stato vanificato negli sciagurati match casalinghi contro Siena, Roma e Napoli e non certo nella sfida di ieri.
Non ho visto una Samp malvagia, solo che a differenza delle vittoriose trasferte contro Torino e Lecce stavolta non si è capitalizzato quanto è stato costruito avendo commesso troppi errori in fase conclusiva.
Ma non c'è tempo per recriminare, si volta subito pagina: fra 3 giorni c'è la decisiva sfida contro l' Inter, dove qui invece non sbagliare nulla conterà tantissimo...

Pagelle Samp:
- Castellazzi 6: forse non il massimo della reattività in occasione del raddoppio di Martinez, ma evita in un paio di circostanze il 3-0.
- Campagnaro 5.5: spinge poco ed è troppo statico sull'azione che porta il Catania sul 2-0.
- Gastaldello 5.5: si fa prendere anche lui d'infilata.
- Lucchini 5.5: più sfortunato che ingenuo in occasione del rigore che cambia la partita.
- Padalino 5.5: vivace ma come al solito troppo precipitoso e arruffone.
- Sammarco 5: sciagurato nello sprecare un assist d'oro di Cassano.
- Palombo 5: giornata no.
- Franceschini 6: tra i meno peggio.
62' Stankevicius 6: spinge con continuità e sfiora il gol.
- Pieri 6: senza infamia e senza lode.
78' Ziegler : s.v.
- Cassano 6: generoso come al solito, pur non brillando fornisce un paio di assist deliziosi che i compagni non sfruttano.
- Pazzini 6: sempre pericoloso.
All. Mazzarri 5: difficile motivare la squadra a pochi giorni dal match che vale una stagione, certo che vederlo seduto in panchina quando solitamente è tarantolato mi ha fatto impressione...

Pagelle Catania ( 3-4-1-2 ): Bizzarri 6; Potenza 6.5 Silvestre 6 Silvestri 6.5; Izco 6.5 Biagianti 6.5 Mascara 6.5 Llama 7 ( 69' Carboni 6 ); Ledesma s.v. ( 14' Baiocco 6 ) Martinez 6 Morimoto 5.5 ( 85' Spinesi s.v. ) All. Zenga 6.5
Arbitro: Velotto di Grosseto 6

2 commenti:

Antonio ha detto...

blognelpallone.blogspot.com

La Samp ha comunque fatto un campionato diverso da quello che mi aspettavo..la vedevo più su, ma ha avuto tanti infortuni che ne hanno pregiudicato l'andamento.

Ti va di scambiarci i link? Passa a trovarmi, ciao ;)

yashal ha detto...

Sono d'accordo cn Antonio..Adesso come noi puntate tutto sulla coppa Itali..in bocca al lupooooo..ciao