" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 4 novembre 2013

Disastro...


SAMPDORIA - Sassuolo 3-4
Marcatori: 19' Pozzi; 49' e 52' rig. Berardi; 63' Floro Flores; 65' Eder; 81' De Silvestri; 88' rig. Berardi

SAMPDORIA: Da Costa 6; Mustafi 5 Gastaldello 5 Costa 4; De Silvestri 5,5 Gentsoglou 6 Obiang 5 Gavazzi 6 ( 78' Wszolek 6 ); Krsticic 5,5 ( 66' Soriano 6 ); Pozzi 6,5 ( 74' Petagna 6 ) Eder 6
All. Rossi 5

Sassuolo ( 3-4-3 ): Pegolo 6; Antei 7 Bianco 6 Acerbi 6; Gazzola 6 ( 86' Farias 6 ) Magnanelli 6 Marrone 6,5 Longhi 6,5; Berardi 7 Floro Flores 7 ( 74' Alexe 6 ) Masucci 6 ( 64' Missiroli 6 )
All. Di Francesco 7

Arbitro: Tagliavento di Terni 6
Espulso: 51' Costa ( doppia ammonizione )
Ammoniti: Gastaldello, Berardi, Antei
Note. spettatori paganti 1.116, incasso di € 14.205; abbonati 19.012


Al termine di una partita folle e rocambolesca la SAMPDORIA subisce una pesantissima sconfitta davanti al proprio pubblico ( la quarta stagionale ) ad opera del Sassuolo che invece festeggia il primo, storico successo in trasferta della sua storia in serie A.
Discreto l'avvio dei blucerchiati che dopo una bella opportunità fallita da Eder passano al 19': punizione sulla sinistra battuta da Krsticic, sponda di Costa e zuccata vincente di Pozzi, in campo al posto dell'infortunato Gabbiadini.
Il Sassuolo non ci sta, la squadra di Di Francesco gioca un buon calcio e sfiora il pareggio con Gazzola la cui conclusione è respinta quasi sulla linea da Gastaldello...
Ma la partita cambia ad inizio ripresa  nello spazio di 120 secondi e il protagonista in negativo suo malgrado diventa Andrea Costa: dapprima il difensore sbaglia il tempo del colpo di testa permettendo a Berardi il controllo e il comodo tiro in porta poi atterra lo stesso attaccante emiliano in area facendosi espellere e dal dischetto ancora Berardi suggella il sorpasso...
La Samp sbanda andando in confusione totale, gli uomini di Delio Rossi sbagliano di tutto e di più ed un altro erroraccio, stavolta di Mustafi permette a Floro Flores d'involarsi tutto solo e battere Da Costa per la terza volta...
Sembra la pietra tombale sul match ma la SAMPDORIA trova incredibilmente le energie fisiche e nervose per riacciuffare il risultato grazie a Eder, che sfrutta un assist di Pozzi e a De Silvestri lesto a ribadire in rete un suo colpo di testa respinto dalla traversa...
Gara finita?
Così parrebbe anzi forse il Doria ha il torto di non accontentarsi e così nel finale Farias, da poco subentrato a Gazzola trova il guizzo letale in area che viene interrotto fallosamente da De Silvestri, altro penalty e altra trasformazione di Berardi...
Un k.o.tremendo, se c'era una partita che non si doveva assolutamente perdere era proprio questa!
A preoccupare non è la solita mancanza di gioco, ormai una costante di questo campionato che temo rimarrà tale per tutta la stagione ma gli incredibili errori che commettiamo con sconfortante frequenza ad ogni partita, specie in difesa: dopo gli svarioni di Verona ecco gli erroracci di ieri, tre gentili omaggi che il Sassuolo ha puntualmente sfruttato...
Qual è il problema?
Paura? Tensione?
Eppure ieri eravamo passati in vantaggio in maniera abbastanza sollecita quindi un pò di sicurezza la squadra avrebbe dovuta acquisirla, errori come quelli di Costa sono inammissibili, inaccettabili in serie A oltre che per certi versi inspiegabili...
Come spiegare poi questi alti e bassi nell'arco della stessa partita?
Si gioca da schifo per un tempo e poi ci si rianima ( vedi Atalanta ) o viceversa ( come contro il Torino o in parte anche a Verona ), ieri invece abbiamo fatto tutto e il contrario di tutto riuscendo a riagguantare il pareggio sotto di due reti e in inferiorità numerica, un punticino che per come si era messa sarebbe stato oro colato...
Paura, contraddizioni, confusione in campo e in panchina ( ieri ennesimo modulo diverso: ok non fossilizzarsi con un unico sistema di gioco ma qui mi sembra si stia esagerando a cambiarlo ad ogni partita )...chi ci capisce qualcosa in questa SAMPDORIA allo sbando è bravo...

2 commenti:

Giovanni Del Bianco ha detto...

Ciao Andrea,
partita da terza categoria. Errori da tutte e due le parti e difesa imbarazzante. Se non si vince neanche col Sassuolo in casa si fa davvero dura...
Delio Rossi è in bilico, ma i nomi che circolano (Stramaccioni in primis) sono da brivido. Speriamo bene, ora ci aspetta un trittico tremendo.
Ciao!

Andrea ha detto...

Ciao Giovanni
Stramaccioni non ci credo neanche se lo vedo a Bogliasco, non voglio crederci che possa essere lui l'eventuale sostituto di Rossi, sarebbe un azzardo, l'ennesimo da 3anni a questa parte...
Credo che il destino del mister si deciderà probabilmente contro la Lazio a meno che a Firenze non sopraggiunga una disfatta...
Hai pienamente ragione, i nomi dei papabili candidati alla nostra panchina sono da mani nei capelli...ciao!