" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 31 dicembre 2012

L'anno della rinascita...

L'anno della rinascita...
Si potrebbe riassumere così il 2012 della SAMPDORIA, tornata in serie A al termine di una stagione soffertissima e di una rimonta che ha avuto dell'incredibile...
E pensare che non ci poteva essere inizio peggiore...
E' il 6 gennaio, ultima gara del girone d'andata e dopo l'ennesima prova vergognosa la Samp viene sconfitta in casa dal Varese: è forse il punto più basso dell'interminabile crisi blucerchiata, la squadra viene pesantemente contestata e Iachini, ancora a secco di vittorie sembra ad un passo dall'esonero...
Ma il Doria ha uno scatto d'orgoglio e la settimana successiva espugna Padova ma i successivi scialbi pareggi contro Livorno e Gubbio fanno pensare ai più che ormai anche conquistare l'ultimo posto per i play off sia pressochè impossibile...
Nel frattempo l'organico viene rivoluzionato nel mercato di riparazione: via tutti quei giocatori che ormai a Genova non riescono neppure a fare il più semplice degli stop, tra cui la bandiera Palombo e dentro elementi motivati e di spessore tra i quali Eder, Munari e Renan Garcia...
E' LA SVOLTA!!!
La SAMPDORIA comincia finalmente a ingranare, soprattutto in casa non sbaglia praticamente più un colpo: inizia così una lenta ma inesorabile rimonta e complice il suicidio del Padova che nel finale crolla letteralmente gli uomini di Iachini ottengono l'ormai insperato accesso ai play off...
Semifinale contro il Sassuolo e finalissima contro il Varese: quattro partite incerte, equilibrate e drammatiche nelle quali tutto gira a favore dei blucerchiati che la sera del 9 giugno possono così festeggiare il ritorno nella massima serie, una promozione impensabile solo un paio di mesi prima e che non è esagerato definire miracolosa...

Ma Beppe Iachini, il principale artefice e condottiero di questa impresa calcistica non viene confermato, il d.s. Sensibile vuole per la SAMPDORIA un allenatore di "nome" e dopo aver vanamente cercato di portare sotto la Lanterna Rafa Benitez decide di ripiegare su Ciro Ferrara, c.t. dell'Under 21.
Viene confermata gran parte della rosa della serie B rafforzata dagli innesti di Maxi Lopez, Maresca, De Silvestri, Estigarribia e Poulsen...
L'esordio in campionato è da favola: vittoria a San Siro contro il Milan e successi contro Siena e Pescara, un tris che fa pensare che la salvezza, obiettivo dichiarato della società sarà centrato con irrisoria facilità...NON SARA' COSI'!
Dopo il primo, immeritato k.o. casalingo contro il Napoli il Doria entra nel tunnel della crisi, della squadra gagliarda e battagliera d'inizio stagione non c'è più traccia...
A Palermo viene toccato il mortificante record di sette sconfitte consecutive, evento mai accaduto in 66 anni di storia: il destino di Ferrara sembra segnato ma la vittoria nel derby, ottenuta in piena emergenza di formazione lo salva...
Il successivo, sofferto successo contro il Bologna e il bel pareggio di Firenze fanno credere che il peggio sia ormai passato e che la squadra, superata la paurosa crisi abbia finalmente imboccato la strada giusta...ma anche stavolta è solo un'illusione...
I k.o. contro Udinese e Catania fanno precipitare la situazione e un pò a sorpresa viene così esonerato Ferrara con Sensibile che decide di anticipare il suo quasi certo addio a giugno rassegnando le dimissioni...
Al loro posto ecco Delio Rossi e Osti: l'esordio non è dei migliori perchè anche la Lazio fa bottino pieno a Marassi ma l'approdo del tecnico romagnolo fa comunque guardare al futuro con un pò più di ottimismo, per i due nuovi arrivati il lavoro in campo e fuori non mancherà di certo...BUON 2013 SAMPDORIA!!!

2 commenti:

francesco qci ha detto...

Un sereno 2013 a tutti voi da Quelli che l'Inter...

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Grazie di cuore Francesco, sempre gentile, un caro augurio di buon anno anche a voi...cia!