" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 4 agosto 2012

Un punto in meno, un giocatore in più...

Un punto in meno, un giocatore in più...
Si potrebbero sintetizzare così le ultime 24 ore in casa Samp...
C'era molta attesa, e un pò di preoccupazione inutile nasconderlo, per l'inizio del processo sul calcioscommesse che ci vedeva coinvolti per il caso Guberti ...
Ebbene, il processo è finito ancora prima di iniziare: la Commissione Disciplinare ha infatti giudicato congrua la proposta di patteggiamento avanzata dal Procuratore Federale Stefano Palazzi e club blucerchiato quindi che partirà da -1 oltre ad un'ammenda di 30mila euro.
Un bel sospiro di sollievo perchè l'aria che tirava era di una penalizzazione assai più pesante; è bene sottolineare come in ambito sportivo il patteggiamento non sia assolutamente un'ammissione di colpa...
La SAMPDORIA ha fatto riferimento all'articolo 23 che prevede per l'appunto un patteggiamento, ossia una scorciatoia per abbreviare i tempi del giudizio senza ammettere alcunchè...
Una scelta, quella adottata dal legale Bongiorno assolutamente condivisibile: certo, andando fino in fondo magari ne saremmo usciti totalmente puliti ma visto il deferimento la penalizzazione era ormai praticamente assicurata quindi meglio aver evitato guai maggiori, l'immagine della società non ne esce scalfita altrimenti il patteggiamento non sarebbe stato accolto...
Comunque, l'ordinamento sportivo com'è strutturato attualmente è un'obbrobrio: basti pensare infatti che teoricamente Guberti potrebbe essere assolto ma il nostro -1 resterebbe, urge assolutamente una riforma totale e profonda...
Il calcioscommesse lascerà però strascichi a livello tecnico: per omessa denuncia è infatti stato squalificato per 3 mesi Da Costa ( all'epoca dei fatti tesserato per l' Ancona) e la società è così corsa ai ripari ingaggiando Tommaso Berni, 29enne portiere fiorentino reduce da un'esperienza in Portogallo nel Braga mentre in Italia lo ricordiamo per qualche presenza collezionata nella Lazio...
Ma il vero giocatore in più del quale faccio riferimento nel titolo del post non è di certo il buon Berni bensì Marcelo Estigarribia, esterno paraguaiano di 24 anni che dovrebbe arrivare dalla Juventus ( manca solo l'ufficialità ) con l'ormai classica formula del prestito oneroso con diritto di riscatto...
Estigarribia nella Juve ha avuto poco spazio, tuttavia qualche volta l'ho visto all'opera e non mi è sembrato malaccio, è un mancino con caratteristiche spiccatamente offensive e nel 4-3-3 che Ferrara ha in mente di proporre andrà a collocarsi perfettamente...

1 commento:

marco novelli ha detto...

grande marcelo !!!!mi è dispiaciuto che nn ti hanno riascattato alla juventus.farai bene pure alla samp

questo è il mio blog appena aperto

http://blogcalciobianconero.blogspot.it/