" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 25 agosto 2011

Al via tra mille dubbi...

E' la SAMPDORIA a inaugurare il campionato di Serie B ospitando stasera a Marassi l'ambizioso Padova.
Problemi in difesa per Atzori che dovrà fare a meno dell'infortunato Gastaldello e di Rossini squalificato: il reparto arretrato sarà perciò formato dagli unici a disposizione ossia Volta, Costa e Accardi, alle loro spalle probabile l'esordio assoluto di Romero.
A centrocampo possibile impiego del giovane Obiang a fianco di Palombo ( Dessena l'alternativa ) con Padalino e Castellini sugli esterni, in attacco tridente formato da Bertani, Pozzi e Semioli.
Nel Padova di Dal Canto da segnalare l'assenza del regista Italiano per squalifica, al suo posto giocherà Milanetto che torna così subito a Marassi dopo il burrascoso addio all'altra squadra di Genova...
Eccoci quindi arrivati al giorno fatidico: dopo 9 anni ci ritroviamo a disputare un campionato di serie B!
In questo lungo arco di tempo la stella blucerchiata era tornata a brillare, magari non splendente come vent'anni fa ( a proposito, stasera sulle maglie ci sarà un ricamo che ricorderà lo scudetto del 1991 ) ma pur sempre bella a vedersi: tante prestigiose vittorie, campionati soddisfacenti, giocatori per i quali valeva la pena pagare il prezzo del biglietto...poi sono arrivate le follie di un Presidente che in pochi mesi ha distrutto e cancellato tutto!
Al pensiero di tutto ciò, che solo 12 mesi fa sfioravamo l'accesso ai gironi di Champions e ora ci ritroviamo tra i cadetti con squadre come Gubbio e Nocerina viene il magone...
Ma in un modo o nell'altro bisogna voltare pagina, anzi cambiare proprio libro, e la lettura inizia tra poco!
Ho mille dubbi riguardo a questa nuova Samp: non mi è piaciuto il mercato ( neppure l'ultima mossa, lo scambo Sammarco-Bentivoglio col Chievo mi ha convinto...) e di conseguenza non mi piace la squadra che ne è venuta fuori, squadra che nel precampionato e in Coppa Italia ha mostrato lacune in tutti i reparti e di essere ben lontana dall'avere una precisa identità di gioco...
Stasera contro il quotato Padova che solo due mesi fa sfiorò la promozione si potrà già avere un'idea sulle potenzialità di questa SAMPDORIA che a detta di molti è una corazzata ma che invece a mio parere è palesemente incompleta e che dovrà faticare molto per ritagliarsi un ruolo da autentica protagonista...
Una curiosità: anche nel campionato 1994/95 debuttammo contro i veneti, si giocò a Bologna per la squalifica di Marassi e vincemmo con un roboante 5-0, reti di Mancini, Evani, Platt, Mihajlovic e Melli su rigore...altri tempi e ahimè ben altra Samp...







3 commenti:

Giovanni Del Bianco ha detto...

Mi ricordo quel 5-0 ma non che venne disputato a Bologna. Come mai era squalificato Marassi? E per quante altre partite giocammo fuori Genova? (Nella mia sezione "La Samp in campionato" segno sempre tra parentesi la città in cui si è giocata la gara e questa m'era proprio sfuggita...).

Ciao!

PS. Sulla partita aspetto il tuo articolo prima di commentarla.

Andrea ha detto...

Ciao Giovanni
giocammo a Bologna perchè nel derby dell'aprile '94 scoppiarono dei gravi incidenti e ci squalificarono Marassi: a Bologna, oltre che col Padova giocammo contro il Foggia alla terza giornata poi se non sbaglio tornammo al Ferraris ma qui la mia memoria ha un vuoto:-)...cmq se vuoi posso fare una ricerca per darti la certezza...ciao!

Anonimo ha detto...

con il gubbio perdiamo ma voglio un coro garrone vattene vecchio