" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

venerdì 26 agosto 2011

Luci e ombre...

Comincia con un pareggio casalingo il cammino della SAMPDORIA: i blucerchiati devono così rimandare ancora una volta l'appuntamento con il successo a Marassi che manca ormai dal "preistorico" 13 febbraio...
E' stata una partita vibrante, combattuta e...strana visto che le squadre hanno segnato nei loro momenti peggiori...meglio il Padova nel primo tempo, la squadra di Dal Canto dimostra di avere gioco e idee a differenza di una Samp che rumina calcio, ma proprio quando gli ospiti paiono avere il match in pugno Bertani approfitta di un'ingenuità difensiva degli ospiti e batte Pelizzoli.
Fulmineo il pareggio del Padova a inizio ripresa: da calcio d'angolo Marcolini pesca l'indisturbato Milanetto che con uno strepitoso collo esterno al volo fa secco l'incolpevole Romero.
Passano sei minuti e la Samp torna avanti grazie a un magistrale calcio di punizione di Palombo: è il momento migliore degli uomini di Atzori, Koman e Pozzi ( traversa ) vanno vicini al terzo gol...ma anche qui come nel primo tempo la squadra in difficoltà trova il guizzo per riemergere: è ancora un calcio d'angolo a gelare le speranze doriane, stavolta è Schiavi a battere Romero di testa...Finale convulso, qualche sortita da una parte e dall'altra, Pozzi si fa scioccamente espellere per doppia ammonizione ma il risultato non cambia più...
Pareggio sostanzialmente giusto, come detto meglio il Padova nel primo tempo mentre nella ripresa siamo venuti fuori noi...il carattere non è mancato, ma ho visto qualche difficoltà nella costruzione del gioco e in difesa abbiamo ballato un pò troppo, lo schieramento a 3 non mi convince per nulla specie se a destra utilizzeremo un elemento come Volta che se si trova di fronte a giocatori rapidi e guizzanti ( come l'ottimo Lazarevic di ieri ) va inevitabilmente incontro a brutte figure...
Insomma la prima uscita ha regalato luci e ombre, ma il buon secondo tempo, che nulla ha avuto a che fare con le mediocri prestazioni fornite in precampionato e in Coppa italia autorizza a guardare al futuro con un pizzico di ottimismo in più...


5 commenti:

Entius ha detto...

Sampdoria e Torino sono indicate come le grandi favorite e io sono dello stesso parere.
E' chiaro che quando si viene catapultati in una nuova realtà gli inizi sono sempre pieni di difficoltà ma alla lunga la Sampdoria verrà fuori.

Antonio ha detto...

Ho visto la partita, due belle squadre con ancora parecchie cose da registrare ma diversi motivi per essere soddisfatte della prestazione..chiaro che poi delle due quella che esulta è il Padova, che strappa un punto su un campo difficilissimo.

Domanda: perchè Piovaccari in tribuna? Che è successo?

JUVE 90 ha detto...

Il Padvoa è con Samp e Toro la più seria pretendente alla a. Pareggio che ci sta tutto.

Giovanni Del Bianco ha detto...

Ciao Andrea! La pensiamo uguale. Sottoscrivo anche io "pure le virgole"! :)
Ciao ciao!

Andrea ha detto...

Ciao Antonio
Piovaccari durante la preparazione ha rimediato una distorsione alla caviglia che gli ha impedito di allenarsi con continuità e di conseguenza di raggiungere uno stato di forma accettabile, la tribuna di giovedì è perciò da imputare al suo ritardo di condizione...