" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 4 dicembre 2010

Col Bari è la volta...di Volta

La SAMPDORIA prova a cancellare l'amara eliminazione dall'Europa League ospitando a Marassi il fanalino di coda Bari.
Alle ormai consuete assenze di Zauri, Semioli e Padalino si aggiunge quella di Lucchini, ancora alle prese con i postumi del forte trauma contusivo rimediato contro il PSV: al suo posto giocherà Volta.
Ha invece recuperato Pozzi, che con Marilungo si contende una maglia come partner di Pazzini, ballottaggio anche tra Koman e Mannini con l'ungherese favorito.
Nel Bari è lunghissima la lista degli indisponibili: l'emergenza è tale che Ventura porterà in panchina anche Almiron e Alvarez nonostante entrambi siano praticamente impossibilitati a scendere in campo.
Spazio quindi al giovane D' Alessandro sulla fascia destra, a centrocampo giostrerà la coppia Gazzi - Donati mentre in avanti, viste le non perfette condizioni di Caputo potrebbe essere spostato Rivas a far coppia col baby Rana.
E' una partita nella quale conterà solo una cosa: VINCERE!!!
E possibilmente anche CONVINCERE!!!
Ultimamente stiamo ingoiando un pò troppi bocconi amari, è giunta l'ora di dare una sterzata a questa stagione!
Senza se e senza ma, i tre punti sono un obbligo, il tempo degli alibi è finito:
VINCERE, SENZA DISCUSSIONI!!! Dai Doria!!!!

1 commento:

yashal ha detto...

Peccato per l'Europa league. Adesso non vi resta che ricaricare le batterie e proseguire il cammino in campionato. ciao