" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

domenica 19 settembre 2010

Col Napoli torna il Pazzo

Posticipo di campionato per la SAMPDORIA che stasera a Marassi ospiterà il Napoli dei tanti ex.
Smaltito il dolore alla schiena torna disponibile Pazzini che riprenderà il suo posto al centro dell'attacco in coppia con Cassano mentre alle loro spalle ci sarà Guberti, anch'egli recuperato dopo l'affatticamento muscolare che lo ha costretto al forfait domenica scorsa contro la Juventus; non convocato Marilungo, vittima di qualche acciacco post Eindhoven.
Nel Napoli mancherà Cristiano Lucarelli, gravemente infortunatosi giovedì scorso in Europa League: per il resto non sembrano esserci dubbi sull'undici titolare, con Mazzarri che confermerà il modulo 3-4-2-1 con Cavani unica punta supportato da Hamsik e Lavezzi.
Si affrontano due squadre che sembrano attraversare momenti opposti: noi stiamo bene, i pareggi contro Juve e PSV hanno dimostrato che siamo in salute sotto ogni punto di vista, viceversa i partenopei dopo le scialbe prestazioni casalinghe fornite contro Bari e Utrecht paiono ancora lontani dalla forma migliore...rispetto alla gara di giovedì tra l'altro ci saranno ben cinque volti nuovi e questo mi fa sperare che sotto il profilo atletico non risentiremo più di tanto dell'impegno di coppa...i tre punti sarebbero un ulteriore trampolino di lancio e ci darebbero ancor maggior consapevolezza dei nostri mezzi...FORZA RAGAZZI !!!!

2 commenti:

yashal ha detto...

Voglio una vittoria! daje Samp

Vincenzo ha detto...

Col Napoli non sarà facile. Partite alla pari perchè entrambe avete giocato in EL giovedi.

Sarà un bel match.

Ciao.