" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 29 novembre 2017

Non pervenuti...


Bologna - SAMPDORIA 3-0
Marcatori: 3' Verdi; 23' Mbaye; 73' Okwonkwo

SAMPDORIA ( 4-3-1-2 ): Viviano 5,5; Bereszynski 6 ( 66' Alvarez 5,5 ) Silvestre 5,5 Ferrari 5 Strinic s.v. ( 8' Murru 5 ); Barreto 5 Torreira 5,5 Verre 6; Ramirez 5 ( 46' Caprari 5,5 ); Quagliarella 5 Zapata 5   All. Giampaolo 5

Bologna ( 4-3-3 ): Mirante 6; Mbaye 7 Maietta 7 De Maio 6,5 Torosidis 6; Poli 6,5 Pulgar 6,5 Donsah 7; Verdi 7 ( 70' Okwonkwo 6 ) Destro 6,5 ( 46' Masina 6 ) Palacio 6,5 ( 78' Taider s.v. )   All. Donadoni 7

Arbitro: Maresca di Napoli 5
Espulso: 47' p.t. Torosidis ( doppia ammonizione )
Ammoniti: Bereszynski, Ferrari
Angoli: 5-12
Note: spettatori paganti 6.572, incasso di € 257.883; abbonati 13.620


La SAMPDORIA torna sulla terra...
Dopo una settimana di lodi e complimenti da ogni angolo d'Italia i blucerchiati incassano un pesante e meritatissimo 3-0 da un Bologna tosto e bravo a sfruttare la giornata no degli uomini di Giampaolo.
Barreto e Verre prendono il posto degli infortunati Praet e Linetty, nei felsinei Donadoni dà spazio all'esperto Palacio nel tridente con Verdi e Destro...
Neppure tre minuti e i padroni di casa sbloccano la gara: Torosidis scende sulla sinistra e mette al centro, velo dell'ex Poli in favore di Destro che si gira e calcia, Viviano respinge ma la sfera termina a Verdi che in totale solitudine deposita nella porta sguarnita...
Oltre all'immediato danno arriva anche la beffa dell'infortunio a Strinic, costretto a chiedere il cambio per un guaio muscolare, al suo posto entra Murru...
La Samp prova a reagire ma s'intuisce subito che gli ospiti non sono quelli spesso ammirati nel corso della stagione: giro palla lento e prevedibile, scarsa aggressività e reattività, poca concentrazione...
L'altro ex della giornata, Ramirez, avrebbe sul sinistro una buona opportunità ma la sua conclusione è stoppata da un bell'intervento in scivolata di Torosidis...
Ben più concreti gli uomini di Donadoni che al 23' raddoppiano: angolo di Verdi, inzuccata sul primo palo del liberissimo Mbaye e palla nel sacco, per il senegalese terzo gol in serie A e tutti contro la SAMPDORIA!
Solo sul finale di primo tempo ci sono tracce di vero Doria, un paio di buone occasioni non vengono sfruttate e prima del duplice fischio Maresca manda anzitempo negli spogliatoi Torosidis per doppio giallo ( giusto il primo per fallaccio su Barreto, un probabile abbaglio il secondo visto che Zapata sembra inciampare da solo...).
Con ancora un tempo da giocare e in superiorità numerica si ha quindi la sensazione che la partita possa riaprirsi, ma non sarà così...
L' ingresso di Caprari per il più che opaco Ramirez servirà a poco, pur attaccando con insistenza i blucerchiati dalle parti di Mirante combineranno quasi nulla, il Bologna rinserra le file e in contropiede trova addirittura il gol che chiude definitivamente i giochi col neo entrato Okwonkwo...
Che non sia proprio giornata lo testimonia anche il palo che coglie Verre con un bel destro da fuori, uno dei pochissimi a salvarsi dal naufragio generale...
Era una gara che temevo tantissimo, dopo grandi vittorie siamo soliti staccare la spina ed è puntualmente accaduto ciò anche stavolta!
Segnale d'immaturità purtroppo, che testimonia che NON siamo una grande squadra!
Il gol di Verdi è la fotografia della nostra partita: lenti, deconcentrati, molli, in pratica per Bologna non siamo neppure partiti!
Drammatizzare, polemizzare oltre misura dopo questa sconfitta sarebbe ingiusto e ingeneroso, ma è chiaro che se vorremo davvero ambire a un piazzamento europeo il trend esterno dovrà essere obbligatoriamente e repentinamente invertito...

2 commenti:

Daniele Scuffia ha detto...

Ciao Andrea,
come sai, seguendo il tuo blog da anni, ho cominciato a simpatizzare per la squadra blucerchiata e non posso non entusiasmarmi per questo meraviglioso inizio di stagione. La vittoria contro la Juventus mi ha convinto ancor di più della bellissima squadra che siete e l'introduzione di un calciatore talentuoso come Ramirez e di una bestia come Zapata nel vostro gioco ha sicuramente elettrizzato l'ambiente. Tuttavia il match con il Bologna è stato approcciato male ed ha mostrato ancora una volta i limiti di una squadra in crescita, che però ha ancora molto su cui lavorare. Saluti.
P.S. Preparati perché domenica saliremo con il dente avvelenato dopo il furto indecente di domenica pomeriggio.

Andrea ha detto...

Ciao Daniele!
Ti ringrazio di cuore, sei sempre gentile!
Contraccambio i complimenti per la tua Lazio, negli ultimi tempi eravate soliti alternare buone stagioni ad altre mediocri, a questo giro invece dopo il buonissimo campionato scorso mi sembra che stiate andando ancora meglio!
Da...esterno il principale artefice di tutto ciò mi sembra senza dubbio Simone Inzaghi, un vero genio della panchina, l'impressione è che sia un allenatore dalle idee estremamente chiare, di personalità e che la squadra lo segua in tutto e per tutto!
Non so bene cosa sia accaduto nella vostra gara contro i Viola ( so del rigore dell' 1-1 ma non ho poi ben capito se c'era o meno...) egoisticamente spero che la vostra mini striscia "negativa" di tre partite senza vittorie possa proseguire anche domenica sera:-)...ciao!