" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 19 settembre 2016

Un'altra beffa...


SAMPDORIA - Milan 0-1
Marcatore: 85' Bacca

SAMPDORIA ( 4-3-1-2 ): Viviano 6; Sala 6 ( 31' Pereira 6 ) Silvestre 6 Skriniar 5 Regini 6; Barreto 7 ( 88' Schick s.v. ) Torreira 7 Linetty 6; Praet 6 ( 69' B. Fernandes 5,5 ); Quagliarella 5 Muriel 6,5
All. Giampaolo 6

Milan ( 4-3-3 ): Donnarumma 7; Abate 6 Paletta 6,5 Romagnoli 6,5 Calabria 6; Sosa 6 ( 57' Locatelli 6) Montolivo 6 Bonaventura 6; Suso 7 ( 91' Gomez s.v. ) Lapadula 5 ( 64' Bacca 7 ) Niang 6,5
All. Montella 6

Arbitro: Irrati di Pistoia 4
Ammoniti: Pereira, Muriel, Lapadula, Bonaventura, Donnarumma
Angoli: 8-5
Note: spettatori paganti 2.919, incasso di € 87.316; abbonati 16.789


Altra beffa per la SAMPDORIA: dopo il k.o. su rigore alquanto dubbio contro la Roma i blucerchiati devono arrendersi anche al Milan al termine di una gara che ha visto gli uomini di Giampaolo complessivamente giocare meglio degli avversari e condizionata da troppi errori arbitrali.
Rispetto al match dell' Olimpico non ci sono l'infortunato Pavlovic e lo squalificato Alvarez, al loro posto Skriniar con il dirottamento di Regini sull'out di sinistra e il talento belga Praet al suo esordio dal 1', tra i rossoneri da segnalare l'iniziale panchina di Bacca rilevato da Lapadula.
Gli uomini dell' ex Montella sembrano partire meglio ma la prima occasione è della Samp con il sempre più convincente Torreira che da fuori area lascia partire un bolide sul quale Donnarumma sfodera tutto il suo talento deviando in corner...
Col passare dei minuti il Doria cresce e quando Muriel si accende per la retroguardia del Diavolo sono dolori ma i padroni di casa peccano d'incisività e concretezza o nell'ultimo passaggio o quando vanno alla conclusione mentre il Milan dalle parti di Viviano si vede solo attorno alla mezzora con un sinistro alto di Lapadula da buona posizione.
Nella ripresa la SAMPDORIA, come nelle precedenti gare ha un calo, sebbene non vistoso e ciò permette alla gara di farsi più equilibrata col Milan che punge grazie soprattutto agli spunti sulle fasce di Niang e Suso, Montella toglie l'impalpabile Lapadula e inserisce Bacca aumentando così notevolmente il peso specifico dell'attacco rossonero...
Poco dopo episodio controverso e decisivo: sugli sviluppi di un corner Torreira sparacchia da fuori, sulla traiettoria c'è Barreto che forse tocca ( o forse no...) la sfera, Donnarumma è tratto in inganno e in controtempo e il pallone termina così in rete ma l'arbitro Irrati annulla per un fuorigioco dello stesso Barreto che però le immagini televisive dimostreranno non esserci...
Adesso le occasioni fioccano da una parte e dall'altra: lo scatenato Bacca costringe Viviano ad una difficile deviazione sul palo, Niang e Bonaventura reclamano non a torto il rigore mentre sulla sponda blucerchiata il protagonista è sempre Muriel che dapprima pareggia il conto dei pali e poi vede un suo gol annullato per un tocco con la mano quindi,  all'85', si consuma la beffa...
Skriniar, fino a quel momento impeccabile, sbaglia un facile controllo permettendo a Suso d'involarsi e di fornire un perfetto assist a Bacca che con un preciso esterno destro batte Viviano...
Un'autentica doccia gelata per la SAMPDORIA, Giampaolo butta nella mischia Schick tentando il tutto per tutto, nel convulso assalto finale il Doria reclama il rigore per un fallo su Torreira ma il disastroso Irrati lascia proseguire...
Davvero un peccato non aver raccolto nulla in queste due ultime sfide nelle quali per lunghi tratti abbiamo giocato alla pari, se non meglio, degli avversari, ingenuità ed errori dei singoli ci sono costate carissime per non parlare poi degli episodi arbitrali puntualmente a nostro sfavore!
Il tema delle sviste dei direttori di gara è un argomento che tratto sempre malvolentieri, è vero che anche al Milan è stato negato un rigore ( forse due...), ma non si può ignorare la tempistica perchè il primo episodio è il gol nostro annullato ingiustamente, fosse stato convalidato certamente si sarebbe assistito ad un altro finale di partita...
Alla fine nonostante il .k.o. sono piovuti i giusti applausi: questa SAMPDORIA gioca spesso bene, diverte, non si risparmia lottando dal primo all'ultimo minuto, purtroppo però commette ancora troppi errori, specie in difesa, quando abbassa il ritmo fa fatica e in attacco dà la sensazione di essere Muriel dipendente...insomma, personalmente faccio fatica a capire se il bicchiere è mezzo pieno o mezzo vuoto, le due prossiime insidiose trasferte contro Bologna e Cagliari forse aiuteranno a capire un pò meglio la situazione...

Nessun commento: