" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

martedì 3 maggio 2016

Doria indegno, ultimi 180' da infarto!


Palermo - SAMPDORIA 2-0
Marcatori: 18' Vazquez; 85' aut. Krsticic.

SAMPDORIA ( 3-4-2-1 ): Viviano 6; Cassani 5,5 Ranocchia 3,5 Skriniar 6; De Silvestri 5,5 Fernando 5,5 ( 46' Muriel 4 ) Krsticic 5 Dodò 5 ( 71' Cassano 5,5 ); Alvarez 5 ( 81' Sala s.v. ) Soriano 5,5; Quagliarella 5,5   All. Montella 5

Palermo ( 3-4-1-2 ): Sorrentino s.v.; Cionek 6,5 Vitiello 6,5 Andelkovic 6,5; Rispoli 6,5 Hiljemark 6 Maresca 6 Morganella 6,5; Vazquez 7 ( 88' Jajalo s.v. ); Gilardino 6,5 Trajkovski 5,5 ( 69' Quaison 6 )
All. Ballardini 6

Arbitro: Mazzoleni di Bergamo 6
Ammoniti: Maresca, Krsticic, Dodò, Muriel, Cassani, Viviano.
Angoli: 3-5
Note: abbonati 10.023

Sofferenza senza fine per la SAMPDORIA!
I blucerchiati escono con le ossa rotta dalla Favorita di Palermo in un match che poteva rappresentare la matematica conquista dell'agognata salvezza, ed invece per gli uomini di Montella ci sarà da sudare fino alla fine visto che il distacco dal terz'ultimo posto occupato proprio dai rosanero e dal Carpi si è ridotto a cinque punti e nelle ultime due giornate gli avversari saranno Genoa e Juventus!
Scontata la squalifica torna Ranocchia al centro della difesa nella quale a sorpresa c'è il debutto da titolare di Milan Skriniar, slovacco classe '95, mentre Alvarez agisce con Soriano dietro a Quagliarella, nel Palermo c'è Trajkovski a far coppia con Gilardino, alle loro spalle Vazquez.
In avvio meglio la Samp che con un paio di conclusioni volanti di Quagliarella mette i brividi a Sorrentino ma al 18' ecco l'ennesimo harakiri di Ranocchia: l'ex interista è dapprima abile a interrompere un attacco palermitano poi, incredibilmente, si...addormenta, facendosi soffiare la sfera da Gilardino che serve Vazquez e per l'italo argentino non è troppo complicato avanzare palla al piede e battere Viviano...
Ma la reazione della SAMPDORIA è immediata: quattro calci d'angolo consecutivi e pericolose conclusioni di Alvarez, De Silvestri ( salvataggio sulla linea di Cionek ) e Soriano danno la misura di come gli uomini di Montella complessivamente non meritino lo svantaggio nei confronti di un Palermo che, gol a parte, si rivede dalle parti di Viviano solo nel finale della prima frazione con una pericolosa conclusione di Morganella, nata anche stavolta da una disattenzione della retroguardia doriana...
Nell'intervallo Montella sostituisce l'infortunato Fernando con Muriel ma la manovra degli ospiti non ne trae giovamento e anzi col passare dei minuti il possesso palla dei doriani diventa sempre più lento, sterile e fine a se stesso consentendo così al Palermo di difendersi senza troppi affanni e di ripartire in contropiede...
L'ex Maresca spara alto da ottima posizione, Viviano ci mette una pezza su Gilardino ma all'85' l'inevitabile raddoppio è cosa fatta: da Morganella a Vazquez che dribbla Viviano e da posizione defilata mette al centro per Gilardino anticipato da Cassani ma la sfera beffardamente carambola su Krsticic e finisce nella porta sguarnita...
Una sconfitta pesantissima, l'ennesima prestazione mortificante e imbarazzante di questa maledetta stagione: ero davvero convinto che ce l'avremmo fatta a conquistare questo benedetto punto ed invece ancora una volta questa squadra di INDEGNI è riuscita a fornire una prova raccapricciante!
Il primo tempo non era stato affatto malvagio e lo svantaggio tutto sommato era immeritato, ma è la ripresa che è stata da autentico film dell'orrore!
Con in campo contemporaneamente Quagliarella, Alvarez, Muriel, Soriano e Cassano non siamo riusciti a fare uno, dico un solo tiro verso la porta difesa da Sorrentino, gli ostacoli rappresentati dai vari Cionek, Andelkovic, Vitiello e Morganella si sono rivelati insormontabili!
Una pochezza tecnica, caratteriale e agonistica disarmante e avvilente, testimoniata dall'agghiacciante dato delle 36 palle perse!!!
E così l'incubo di arrivare al derby con ancora la salvezza da conquistare si è materializzato!
Con la stracittadina alle porte ( e c'è da giurare che i rivali cittadini sputeranno sangue per cercare di affossarci, così come fecero, ironia della sorte, sempre l'8 maggio di cinque anni fa...) e la Juve all'ultimo turno il rischio di fare zero punti è ahimè tutt'altro che remoto e bisognerà quindi gioco forza prestare molta attenzione a ciò che accadrà sui campi dove saranno impegnate le nostre dirette concorrenti...
E' logico che partiamo da una situazione di assoluto vantaggio, basterebbe che domenica una tra Carpi e Palermo non vincesse e sarebbe fatta, ma il sottoscritto e presumo tanti altri compagni di tifo non ci sentiamo per nulla tranquilli anzi, questi ultimi 180' non è esagerato definirli da infarto...

2 commenti:

Daniele Scuffia ha detto...

Tranquillo Andrea, Domenica Carpi-Lazio 1-3!! E voi siete salvi!

Andrea ha detto...

Daniele, te ne sarei grato, gratissimo:-)