" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 22 gennaio 2015

Eliminati...ma a testa alta!



Inter - SAMPDORIA 2-0
Marcatori: 71' Shaqiri; 88' Icardi

SAMPDORIA ( 4-3-1-2 ): Romero 7; Wszolek 5 Gastaldello 6 Romagnoli 6 Cacciatore 5,5 ( 46' p.t. Silvestre 6,5 ); Rizzo 5,5 ( 68' De Silvestri 5 ) Marchionni 5,5 Krsticic s.v.; Soriano 5,5 ( 46' Duncan 5,5 ); Djordjevic 5,5 Okaka 6   All. Sakic 6

Inter ( 4-2-3-1 ): Carrizo s.v.; D'Ambrosio 6 Andreolli 6 Juan Jesus 6,5 Dodò 5,5 ( 89' Obi s.v. ); Medel 6 Kuzmanovic 6; Shaqiri 6 ( 89' Bonazzoli s.v. ) Kovacic 6,5 Podolski 6; Icardi 5,5 ( 89' Puscas s.v. )   All. Mancini 6

Arbitro: Tagliavento di Terni 4
Espulsi: 12' Krsticic ( fallo su chiara occasione da gol ); 76' Wszolek ( doppia ammonizione )
Ammoniti: Andreolli, Podolski, Shaqiri, Romagnoli, Gastaldello.
Angoli: 9-1

La SAMPDORIA saluta la Coppa Italia, battuta ed eliminata da un'Inter imbarazzante per pochezza tecnica e qualità di gioco...
Mihajlovic ( in tribuna perchè squalificato ) vara una Samp 2, anzi quasi 3 visto che nell'undici titolare trova spazio persino il primavera Djordjevic ( al suo attivo finora solo una manciata di minuti domenica scorsa a Parma ), viceversa Mancini schiera, ad eccezione di Handanovic, la formazione che se non è proprio quella titolare poco ci manca...
Gara clamorosamente falsata dopo 12' quando l'arbitro Tagliavento riesce nell'impresa di giudicare chiara occasione da gol una sgroppata di Icardi interrotta da un fallo di Krsticic avvenuto a circa 25 metri dalla porta e con un compagno di squadra vicino, una decisione a dir poco avventata che ovviamente mette subito la gara su un binario ben preciso con l'Inter a fare la partita e la Samp che prova strenuamente a difendersi...
Tuttavia le occasioni per i padroni di casa scarseggiano, da segnalare un guizzo di Kovacic che strappa il pallone all'ingenuo Rizzo e impegna Romero in un non facile intervento mentre l'ineffabile Tagliavento grazia prima Andreolli ( punendolo solo successivamente ) e Shaqiri, rei di falli meritevoli ampiamente del cartellino giallo...
Al 37' l'occasionissima per i nerazzurri di sbloccare l'incontro grazie ad un rigore decretato per fallo di Wszolek su Dodò ma dal dischetto Icardi si fa ipnotizzare dal connazionale Romero...
Nella ripresa il copione non cambia: Inter in avanti e Doria tutto chiuso all'indietro e tutto sommato occasioni vere e proprie gli uomini di Mancini non ne creano...
Ma basta una giocata, o meglio una distrazione della retroguardia doriana fin lì impeccabile per permettere all'Inter di passare: Podolski difende bene il pallone e lo serve all'occorrente Shaqiri, Romagnoli si addormenta e per lo svizzero è un gioco da ragazzi trafiggere Romero...
E' la fine dei giochi, la Samp in avanti non crea nulla nonostante il prodigarsi di Okaka e il finale diventa ancor più amaro prima per l'espulsione per doppia ammonizione di Wszolek e poi per il raddoppio siglato da Icardi che sfrutta al meglio uno sciagurato retropassaggio del neo entrato De Silvestri...
Un'eliminazione prevedibile alla vigilia ma che lascia non poco rammarico per come è maturata, se lo scriteriato Tagliavento non avesse espulso ingiustamente Krsticic avremmo probabilmente assistito ad un'altra partita e contro questa Inter persino una Samp imbottita di riserve se la sarebbe potuta giocare...
Non ho condiviso la scelta di Mihajlovic di giocare con le seconde linee, era una partita secca, poteva accadere di tutto: ok qualche cambiamento, ma perchè rivoluzionare quasi per intero l'undici titolare?
Perchè non provarci davvero a passare il turno e non solo a parole?
Siamo agli ottavi di finale, se si ragiona così cosa accadrà se l'anno prossimo dovessimo giocare in Europa?
Chiudo con due cose che mi hanno fatto quasi venire l'orticaria: il delirante Alessandro Antinelli ( l'inviato a bordocampo della Rai ) che ha il coraggio di elogiare Shaqiri dopo che il nerazzurro ha tentato il più vigliacco dei gesti antisportivi ( ossia la simulazione ) e l'allucinante pezzo comparso su gazzetta.it che celebra la vittoria dell'Inter quasi come un'impresa epica...VOMITEVOLE!!!

2 commenti:

Giovanni Del Bianco ha detto...

Ciao Andrea,
che rabbia per questa eliminazione! Rabbia sia per le scelte di Tagliavento che per quelle di Mihajlovic. Se non proviamo a vincere la Coppa Italia, non vinceremo mai nulla, visto che lo scudetto nel calcio moderno è off-limits. Non a caso, infatti, la nostra bacheca è la stessa dal 1994. Anche nel mio blog ho sottolineato la frase su Shaqiri dei commentatori Rai. Che immagino avranno pure tirato un bel sospiro di sollievo nell'aver visto avanzare tutte le grandi ai quarti di finale...
Ciao!

Andrea ha detto...

Nulla da aggiungere Giovanni, siamo sintonizzati sulla stessa lunghezza d'onda...ciao!