" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 14 aprile 2014

Maxi...batosta

SAMPDORIA - Inter 0-4
Marcatori: 13' Icardi; 61' Samuel; 63' Icardi; 79' Palacio.

SAMPDORIA: Da Costa 5; De Silvestri 5,5 Mustafi 5,5 Gastaldello 5,5 Regini 5,5; Obiang 5 ( 58' Krsticic 5,5 ) Palombo 6 ( 84' Lombardo s.v. ) Soriano 6; Sansone 6 ( 67' Okaka 5,5 ); Eder 4 Maxi Lopez 5   All. Sakic 5,5

Inter ( 3-5-2 ): Handanovic 7,5; Rolando 6 Ranocchia 5,5 Samuel 7; D'Ambrosio 6 Hernanes 5,5 ( 75' Taider s.v. ) Cambiasso 7 Kovacic 7 ( 79' Milito s.v. ) Nagatomo 6; Palacio 7,5 Icardi 6,5 ( 68' Alvarez 6 )   All. Mazzarri 6

Arbitro: Valeri di Roma 6
Espulso: 20' Eder ( doppia ammonizione )
Ammoniti: Costa ( dalla panchina ), Soriano, Regini, Gastaldello, Krsticic, Icardi, Samuel, Ranocchia
Angoli: 11-4
Note: spettatori paganti 4.952, incasso di € 129.430; abbonati 19.012

Pesantissima sconfitta casalinga per la SAMPDORIA ( la seconda della gestione Mihajlovic ) travolta con un netto 4-0 dall'Inter al termine di una gara che, se mai ce ne fosse ancora bisogno, dimostra per l'ennesima volta come il calcio sia quasi sempre deciso dagli episodi...
Nella Samp l'infortunato Gabbiadini è rilevato da Sansone e Obiang viene preferito a Krsticic mentre tra i nerazzurri Kovacic vince il ballottaggio con Alvarez; clima elettrico sugli spalti dove la vicenda extracalcistica Maxi Lopez vs Icardi ha finito per coinvolgere tutto l'ambiente che s'infiamma ancor di più quando al momento del saluto tra i giocatori il doriano rifiuta di dare la mano all'ex amico e compagno di squadra.
Al primo affondo del match l'Inter passa: Palacio dalla destra mette al centro dove Icardi, approfittando della voragine creatasi nella retroguardia doriana  gira in rete andando poi stupidamente e provocatoriamente a esultare sotto la Gradinata Sud...gli animi si surriscaldano ulteriormente sia in campo che sugli spalti, Icardi viene ammonito e con lui Costa che dalla panchina lancia una raffica d'insulti al centravanti argentino...
La SAMPDORIA non ci sta e dopo 5' capitan Gastaldello si guadagna caparbiamente un rigore ( nella circostanza ingenuo Ranocchia ): il rigorista sarebbe Eder che però su richiesta di Maxi Lopez cede l'incombenza all'attaccante la cui conclusione è però troppo centrale, Handanovic azzecca l'angolo e respinge...
Come se non bastasse dopo 120 secondi un altro episodio negativo: Eder viene ammonito per simulazione, nasce un parapiglia che vede protagonista lo stesso brasiliano colto a mettere le mani in faccia a un avversario, inevitabile il secondo giallo e la conseguente espulsione.
In sette minuti subìre un gol, sbagliare un rigore e rimanere in dieci uomini: una tale combinazione di episodi sfavorevoli e sfortunati concentrata in così poco tempo è roba da guinness dei primati!!!
Logicamente i blucerchiati inizialmente accusano la tremenda tripla mazzata ma poco a poco si riorganizzano e cominciano a creare gioco e occasioni e qui sale in cattedra Handanovic...
Il portiere sloveno, autore quest'anno di più di uno svarione si ricorda di essere tra i migliori d'Europa nel suo ruolo sfoderando prima un difficile intervento su conclusione da fuori di Maxi Lopez e poi due autentici miracoli su punizione di Sansone e su piattone destro da pochi passi a colpo sicuro di Soriano!
Si va così a riposo in svantaggio, un parziale ingiusto che più ingiusto non si può!
Ci sarebbe un intero secondo tempo per provare a raddrizzare la situazione ma fin dalle prime battute s'intuisce come la Samp faccia tanta, troppa fatica ad avvicinarsi verso l'area avversaria...
Ora l'Inter controlla decisamente con maggior personalità ed efficacia rispetto alla prima frazione rischiando poco o nulla in difesa e pungendo in attacco: al quarto d'ora Palacio impegna Da Costa, sull'angolo seguente svetta Samuel che con un imperioso colpo di testa sigla il raddoppio.
E' il gol che in pratica sancisce la fine del match con mezz'ora d'anticipo: il Doria non ne ha più, gli ospiti possono amministrare in totale tranquillità e arrotondare il punteggio col secondo gol di Icardi e la rete di Palacio...
L'unica nota positiva della giornata ( assieme a quella della rocambolesca sconfitta dei cugini a Torino, ormai la supremazia cittadina è l'unico obiettivo rimasto...) è l'esordio in serie A di Mattia Lombardo, figlio del grandissimo Attilio, uno dei giocatori simbolo della Sampd'oro..
Un passivo mortificante che ci punisce oltre misura, una partita in pratica decisa dai primi 20' nei quali tutto ci è girato storto...
Ma sarebbe sbagliato addebitare il pesante k.o. solo alla sfortuna e ad...Handanovic...
Abbiamo clamorosamente dormito sul primo gol facendoci infilare in pratica su una rimessa laterale, mentre Eder andrebbe multato dalla società, a mio parere intollerabile e inaccettabile che un calciatore appena ammonito per simulazione ( sta diventando un brutto vizio...) si faccia poi buttare fuori per aver messo le mani in faccia ad un avversario...
Chiusura sulla vicenda Icardi: che il ragazzino abbia un quoziente intellettivo pari a quello di un lombrico lo si era ampiamente capito, ma scandalizzarsi per la sua reazione è assurdo!
Signori miei: QUESTO E' IL CALCIO!
Ed è pieno zeppo di esempi nei quali il protagonista destinatario di ogni tipo d'insulto sbotta: ricordo la celebre corsa di Mazzone sotto la curva degli atalantini oppure, giusto per rimanere a Genova, l'aeroplanino fatto da Montella con la nostra maglia sotto la gradinata Nord in un derby di Coppa Italia...
Ci siamo fatti trascinare in questa vicenda stupida e becera,  se non fosse stato per essa sono convinto che Icardi sarebbe stato accolto con sostanziale indifferenza...
Fare gli offesi lo trovo infantile, a parte invertite non staremmo ora a godere come ricci???

5 commenti:

Danimanu1 ha detto...

Ciao Andrea ti ricordi di me? Gestisco un blog sulla Lazio...
Comunque condivido pienamente il tuo punto di vista, la Sampdoria è stta sfortunata e a completare l'opera ci ha pensato Maxi Lopez, volendo dimostrare chissà cosa calciando un rigore, che sarebbe stato meglio far battere a qualcuno meno coinvolto emotivamente. Auguro alla Samp di ritrovare i fasti di 3 anni fa..

Andrea ha detto...

I fasti di 3 anni fa?
Ossia ci auguri di retrocedere, bell'amico che sei:-)
Col senno di poi hai ragione, Maxi Lopez non era certamente sereno al momento di battere il rigore, ma se l'avesse realizzato ne staremmo a decantare la personalità, era destino che doveva andar male...ciao!

Carlo Calabrò ha detto...

Ciao! ^^ Guarda, lo dico da tifoso genoano, come sai, e l'ho anche scritto sul mio FB: si dice tanto di Balotelli e delle sue cazzate, ma di Icardi che si dovrebbe dire? Quello che ha fatto sotto la vostra gradinata è inaccettabile, oltreché fuori da ogni logica. Se mi permetti, non ci sta neanche tanto il paragone col Montella che "plana" sotto la Nord o, ad esempio, Palladino che mette la mano all'orecchio dopo il 3-0 nel derby: sì, son cose che ritengo comunque sgradevoli e da evitare, ma quelli, in fondo, erano contesti di aspra rivalità cittadina...
Icardi, sorvolando sulle storie extracalcio di cui non ci dovrebbe fregare alcunché, è uno che, in questo momento, deve tutto alla Samp, non sarebbe nessuno se non avesse fatto una buona annata da voi (buona ma non eccezionale secondo me, ma questi son punti di vista...). Dopodiché, che fa? Va all'Inter, segna contro di voi e va a provocare sotto la Sud, come se si dovesse togliere qualche sassolino dalla scarpa, come se da voi avesse passato una stagione da incubo... Questi sono giocatori che fanno male al calcio, io da allenatore uno così lo metterei fuori squadra per un mesetto, e poi se ne riparla...

Andrea ha detto...

Ciao Carlo
diciamo che in questa vicenda un pò tutti i punti di vista sono condivisibili...
Ho fatto gli esempi di Mazzone e Montella, ossia di allenatori e/o giocatori che dopo una raffica d'insulti ricevuti perdono un pò la brocca, come si suol dire...
Icardi è stato accolto in maniera esageratamente cattiva dal nostro ambiente e mi domando...perchè?
Perchè ha scelto l'Inter e non noi? Era un suo diritto, come si può biasimarlo?
Perchè negli ultimi due mesi dell'ultimo campionato ha pascolato? I suoi compagni non sono stati da meno?
Perchè' avrebbe soffiato la donna a Maxi Lopez? Anche fosse vero, a noi che c'importava?
Insomma, sarò una mosca bianca, ma è una reazione, per quanto stupida, provocatoria ed evitabile che non mi scandalizza e soprattutto non mi offende...

Danimanu1 ha detto...

ahahha sorry andrea, intendevo la stagione 2009-2010 di 4 anni fa è stato un errore di battitura.