" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 22 dicembre 2012

Delio Rossi e Palombo, prima volta per due...

Ultimo atto del 2012  ( che seppur tra alti e bassi può considerarsi positivo ) per la SAMPDORIA che a Marassi riceve la lanciatissima e quotata Lazio di Petkovic.
La grande novità non sarà sul rettangolo verde ma siederà in panchina col debutto assoluto di Delio Rossi che sfiderà proprio quella Lazio con cui ha toccato l'apice della sua carriera nel 2009  con la conquista della Coppa Italia: il neo mister blucerchiato modificherà il modulo visto finora con la novità del trequartista ( Krsticic ) che agirà dietro le due punte Icardi ed Eder.
Nella difesa che rimarrà a quattro torna Gastaldello con Costa riportato a sinistra, a centrocampo il recuperato Maresca sarà il centrale con Obiang e Poli ai suoi lati...
L'altra notizia di giornata è il ritorno tra i convocati, per la prima volta nella stagione di Angelo Palombo a quasi 11 mesi di distanza dalla sua ultima apparizione in quel di Gubbio...
Sull'ex capitano del Doria si è detto e scritto di tutto e spesso in termini perfidi, maligni e cattivi come se fosse il principale responsabile di tutto ciò che è accaduto: difficile ipotizzare un suo utilizzo a gara in corso ma personalmente sono felice di questo "ritorno"di Angelo e spero che possa per lui essere l'inizio di una nuova carriera...
Nella Lazio mancheranno lo squalificato Candreva e gli infortunati Ederson, Rocchi e Cana ma di questi solo il primo è un titolare e per la sua sostituzione verrà impiegato, come già per buona parte della gara di sabato scorso contro l'Inter il bosniaco Lulic, per il resto conferma del collaudato 4-5-1 con Ciani preferito a Biava, non al meglio, e lo spauracchio Klose nel ruolo di unica punta...
Partita difficilissima contro una squdra tecnicamente superiore a noi e ormai stabilmente da qualche anno tra le primissime del calcio italiano, oltretutto con l'avvento dello sconosciuto Petkovic ( davvero una bella sorpresa questo allenatore che dopo il disastroso precampionato sembrava destinato a fare le valigie...) la squadra biancoceleste sembra aver raggiunto quella continuità di gioco e di risultati che non aveva con Reja...
Dovremo sopperire alla differenza di valori tecnici con la corsa, la grinta, l'orgoglio e il cuore, doti che quest'anno non sempre abbiamo visto e in ciò spero che aiuti l'approdo del nuovo allenatore, fatto che solitamente è in grado, almeno inizialmente, di provocare una reazione positiva...
FORZA RAGAZZI!!!

3 commenti:

francesco qci ha detto...

Un Augurio nerazzurro agli amici blu-cerchiati.
Buon Natale da quelli che l'Inter...

Entius ha detto...

Ti auguro un Felice e Sereno Natale !!!


http://www.calciorum.blogspot.it/

Andrea ha detto...

www.pianetasamp.blogspot.com

Grazie Francesco ed Entius, sereno e felice Natale anche a voi...