" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 16 giugno 2012

Non torniamo a berci il cervello!

Archiviata la promozione è tempo di programmare la prossima stagione che partirà ufficialmente il 15 luglio con la partenza per Bardonecchia, località dell' Alta Val di Susa che sarà sede del ritiro blucerchiato dopo 10 stagioni consecutive trascorse a Moena...
Un'importante novità nell'organigramma societario è prevista dal 1 luglio con il "ritorno" di un vero e proprio Direttore Generale, figura mancante da circa un anno e mezzo ossia da quando Sergio Gasparin decise di interrompere il rapporto iniziato solo 6 mesi prima per divergenze con Riccardo Garrone, il quale poi sbandierò al mondo intero che il Direttore Generale l'avrebbe fatto lui assieme al Comitato Strategico Informale, con le catastrofiche conseguenze note a tutti...
Il ruolo sarà ricoperto da Rinaldo Sagramola, attuale amministratore delegato del Palermo: Sagramola dovrebbe occuparsi con ogni probabilità solo della gestione societaria sotto il profilo economico, lasciando quella sportiva di competenza di Pasquale Sensibile.
E veniamo appunto alla parte sportiva, che è quella certamente più interessante...
Il primo nodo da sciogliere sarà quello dell'allenatore...
Beppe Iachini, nonostante il contratto si sia automaticamente rinnovato dopo la promozione appare lontano dal sedersi sulla panchina blucerchiata anche il prossimo anno...
E fin qui nulla di strano o quasi: evidentemente la dirigenza non ritiene Iachini l'allenatore giusto per la Samp della stagione 2012/2013 e preferisce virare su tecnici sulla carta di maggior spessore...
Bene, anzi benissimo!
Se non fosse che i nomi di questi fantomatici mister di caratura superiore a Iachini rispondono al nome di Lucescu jr. e Pochettino!!!
E viene spontaneo subito da domandarsi: MA PERCHE'?
Perchè, in primo luogo, puntare su un allenatore straniero?
Se c'è una cosa della quale in Italia possiamo andar fieri e non abbiamo nulla da invidiare al resto del mondo è proprio la preparazione dei nostri tecnici...
E poi, Pochettino e Lucescu che cavolo hanno combinato nella loro carriera?
Il primo ( che per fortuna proprio oggi ha dichiarato che rimarrà all'Espanyol ) allena da sole tre stagioni, magari diventerà un fenomeno ma sarebbe un autentico salto nel buio...
Un pò più prestigioso il palmares di Razvan Lucescu ( figlio del celebre Mircea ) che ha pure allenato per un paio d'anni la nazionale rumena ma che non ha alcuna esperienza in nessun altro campionato europeo...
Tra l'altro in questi giorni è venuto fuori un curioso aneddoto, ossia un viaggio fatto da Garrone e Sensibile ad aprile a Bucarest per convincere lo stesso Lucescu ad accettare la panchina doriana: e Beppe Iachini, venuto a conoscenza della cosa, pare non abbia gradito...
E anche se la pista Lucescu negli ultimissimi giorni sembra essere tramontata, davvero non comprendo questa voglia della società di affidare la panchina a un tecnico straniero...
E mister italiani?
Si fanno i nomi di Gasperini ( vecchio pallino di Edoardo Garrone ), Delio Rossi o un clamoroso ritorno di Gigi Del Neri, soluzioni che potrei tutto sommato gradire mentre il possibile approdo del pluriesonerato Giampaolo non voglio neppure prenderlo in considerazione...
Insomma, dopo che la dirigenza ha ritrovato il lume della ragione negli ultimi mesi ( e non a caso i risultati sono subito arrivati ) spero che non torni a bersi il cervello e a compiere scelte rischiose, troppo rischiose!
Si usi il buon senso, soprattutto nei confronti di mister Iachini: che a una settimana dalla promozione il mister ascolano sia trattato con questa superficialità lo trovo terribilmente scorretto!

2 commenti:

Pistacchio ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Giovanni Del Bianco ha detto...

Ciao Andrea, non sapevo che stavamo correndo il rischio Lucescu. Per fortuna ne vengo a conoscenza ora che la trattativa è sfumata.
È pazzesco come stanno trattando Iachini. Capisco se viene al suo posto un grande nome (sto leggendo qua e là di Benitez: magari, ma non ci credo finché non lo vedo!), ma per Giampaolo (tre esoneri di fila) o Gasperini (a parte il passato genoano, parla come se avesse inventato lui il calcio: mah...) è irrispettoso e non poco per il grande Beppe.

Stiamo a vedere. Certo che leggere sulla Gazzetta "se salta Benitez è pronto Giampaolo" sembra una presa in giro ai lettori. Come dire, sono indeciso se comprarmi una Ferrari o un monopattino! :)

Stiamo a vedere... Ciao!