" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 28 giugno 2012

Benitez rifiuta...e adesso?

La telenovela è FINALMENTE terminata: Rafa Benitez ha rifiutato la proposta della SAMPDORIA.
Un epilogo forse prevedibile una decina di giorni fa quando arrivarono le prime notizie riguardanti la trattativa tra la società di Corte Lambruschini e il tecnico spagnolo ma che nelle ultime 48 ore pareva invece destinato ad un clamoroso esito positivo viste anche le cautamente ottimistiche dichiarazioni rilasciate sia da Sensibile che dal presidente Garrone.
Diversità di vedute sull'organico da allestire per il prossimo campionato: questo pare essere stato lo scoglio sul quale si sono infrante le speranze blucerchiate.
Da indiscrezioni emerse pare che per Benitez solo 3/4 elementi dell'attuale rosa potessero rientrare nei suoi piani e ciò quindi avrebbe dovuto comportare una pressochè imminente rivoluzione con conseguente massiccio intervento sul mercato...
Una Samp perciò competitiva DA SUBITO, mentre nei programmi societari il raggiungimento di certi obiettivi è più a medio termine, ipoteticamente in 2/3 anni...
Come avevo già scritto il fatto di aver corteggiato un tecnico del calibro di Rafa Benitez è un ottimo segnale che sta a indicare di come si abbia voglia di costruire qualcosa di importante e di ambizioso e pazienza se l'ex mister del Liverpool ci ha dato il due di picche...
Della vicenda forse l'unica cosa che non mi è piaciuta è il comunicato della U.C. SAMPDORIA pubblicato ieri sul sito ufficiale: a parte che a memoria non ricordo un intervento societario per confermare o smentire una trattativa di mercato ( a parte quella relativa al mancato passaggio di Cassano alla Fiorentina ) ma scrivere che " Benitez CON DISPIACERE  ha convenuto che i tempi per una collaborazione non sono ancora maturi" mi  è sembrata una presa in giro...
Ora l'importante è non perdere ulteriore tempo: al 28 di giugno siamo l'unica squadra della massima serie a non avere ancora un allenatore e voglio sperare che la società abbia pronta una valida alternativa...
E qui si apre la discussione...
Perchè se hai pensato a Benitez vuol dire che hai in mente un certo tipo di allenatore...e ora che lo spagnolo è sfumato non si può puntare a Giampaolo!!!
E' come se io avessi voluto comprare una Ferrari ma accorgendomi che non ce la faccio economicamente allora mi butto su una Panda!
Insomma, tra Benitez e Giampaolo ci sarà qualche via di mezzo?
Ribadisco quanto ho scritto 10 giorni fa: se mister straniero deve essere che sia uno con esperienza e carisma, doti che non mi sembrano appartenere a Didier Deschamps, uno dei papabili per la panchina blucerchiata al pari di Delio Rossi che forse, al momento, potrebbe rappresentare la soluzione più logica...sperando che la dirigenza voglia fare le cose con buonsenso, senza inseguire chimere praticamente irrealizzabili ( anche se il tentativo fatto per Benitez è per me da elogiare ) e senza farsi suggestionare da nomi esotici o da scommesse troppo rischiose...
E se, con un bagno di umiltà, si facesse marcia indietro e si richiamasse Beppe Iachini?Chiunque arrivi dovrà convivere col fantasma di Benitez quindi ci vuole uno con le spalle larghe, larghissime e che abbia già feeling con l'ambiente...
Il mister ascolano, ferito per l'ingrato trattamento ricevuto, c'è da giurare che ci metterebbe una grinta e un impegno ancora maggiori rispetto a quelle che abbiamo già potuto ammirare e apprezzare in questi mesi...

2 commenti:

piero ha detto...

Cerco di essere ottimista, credo che a prescindere dal mister (quoto Delio Rossi) quest'anno avremo sorprese positive per il campionato.

Andrea ha detto...

Ciao Piero
per il momento personalmente sto alla finestra e attendo le mosse della società, già a partire dalla scelta dell'allenatore capiremo qualcosina...