" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 26 gennaio 2012

Mercato a "muzzo"...

Tra arrivi e partenze la SAMPDORIA in questi giorni sembra un porto di mare...
Dopo Juan Antonio e Berardi dal Brescia ( prelevati per la bellezza di 5 milioni di euro: dopo aver per anni guardato il centesimo improvvisamente spendiamo 5 milioni per assicurarci le prestazioni di due giocatori dal valore tutto da verificare, mah...) ecco approdare in blucerchiato i giovani Mustafi, difensore tedesco che compirà 20 anni ad aprile, Gentsoglou, 22enne centrocampista greco e l'attaccante Eder proveniente dal Cesena.
Detto che per i primi due mi è impossibile esprimere un giudizio visto che non li conosco valuto invece positivamente l'acquisto di Eder: la guizzante punta brasiliana in B ha già fatto sfracelli con le maglie di Frosinone ed Empoli e anche nella massima serie, pur con qualche difficoltà, si è fatto valere come dimostrato in queste ultime settimane nelle fila del Cesena.
Eder dovrebbe quindi aumentare la pericolosità e la capacità realizzativa di un attacco che finora ha un pò tradito le attese, come del resto tutta la squadra...
Quello che però mi lascia perplesso è che la società, invece di intervenire nel reparto di centrocampo, quello che ha mostrato le più grandi carenze, ha operato in quei ruoli dove abbiamo i giocatori che ad oggi hanno fatto meno peggio, ossia Foggia e Bertani.
Il primo è già finito in panchina contro il Livorno entrando solo negli ultimi minuti per il disperato assalto finale: conoscendo il carattere piuttosto focoso dell'ex laziale c'è da augurarsi che questo accantonamento, per il momento solo temporaneo, non determini ulteriori malumori all'interno dello spogliatoio mentre Eder, che con ogni probabilità partirà già titolare a Gubbio, andrà a rimpiazzare Bertani, ossia un titolarissimo, una sorta di intoccabile...
A meno che Eder non si possa considerare anche una prima punta ( ma non sembra averne le caratteristiche ) ecco che per Foggia e Bertani sembrano prevedersi tempi duri, nel 4-3-1-2 di Iachini c'è spazio solo per tre...
Sempre che il tecnico ascolano non voglia varare un 4-2-3-1 con un terzetto tutta fantasia Foggia-Juan Antonio-Eder dietro l'unica punta Pozzi ma mi sembra un modulo troppo spregiudicato, quattro giocatori di sole caratteristiche offensive se li possono permettere in pochi, di certo non noi...
Insomma, ho quasi la sensazione che la società abbia preso giocatori a "muzzo", a casaccio, senza avere le idee troppo chiare...
In attesa di eventuali nuovi arrivi ( come detto mi auguro che s'intervenga a centrocampo, i giovani Obiang e Krsticic mi sembrano ancora un pò acerbi, specie il serbo ) diamo un'occhiata a chi ha salutato la compagnia: già detto in precedenza delle cessioni di Dessena, Foti e Signori in questi ultimi giorni hanno svuotato il loro armadietto di Bogliasco Bentivoglio, passato al Padova, e Maccarone che torna ad Empoli dove mosse i suoi primi passi...
Voglio spendere due parole su quest'ultimo, che l'anno scorso al suo arrivo fu accolto da un grande entusiasmo e io stesso ero convinto che a fianco di Pazzini avrebbe fatto benissimo: peccato che tre giorni dopo il Pazzo fu ceduto all'Inter e Big Mac si ritrovò improvvisamente catapultato nel ruolo di prima punta, complice anche l'infortunio di Pozzi...
Con una squadra che cominciava ad andare in grande difficoltà Maccarone finì per perdersi nel marasma generale, complice anche alcune delicate questioni familiari che influirono sul suo rendimento...Anche quest'anno puntavo sulla sua voglia di riscatto ma non è mai, neppure una volta, stato schierato nel suo vero ruolo di seconda punta...
Certo le sue prestazioni sono state deludenti, ma ho sempre trovato ingiusto il fatto che sia stato considerato un capro espiatorio, uno dei principali responsabili della retrocessione, davvero assurdo e inconcepibile!
Ora molti staranno festeggiando la sua partenza, a me invece dispiace di come sia andata la sua avventura in blucerchiato ed auguro a Massimo di ritrovare a Empoli la serenità giusta per tornare a dimostrare di essere quell'ottimo attaccante che è...

2 commenti:

Giovanni Del Bianco ha detto...

Condivido pienamente, soprattutto su Maccarone. Trattato malissimo dalla tifoseria, come se si potesse chiedere a lui di sostituire uno tra Cassano e Pazzini. Anziché contestare chi l'ha comprato, si sono accaniti contro di lui, che almeno ha sempre mostrato una grande umiltà a differenza di altri pipperi passati dalle nostre parti (Macheda, ad esempio. O Piovaccari, da quel che leggo). Auguro buona fortuna al Mac, se la merita.

Quanto alle altre operazioni, non capisco perché siano così fermi sul centrocampo: spero che arrivi qualcuno. Positiva sicuramente la partenza di Bentivoglio, giocatore veramente inutile!

Ciao!

Entius ha detto...

Eder è sicuramente un buon acquisto ma probabilmente non indispensabile.
E rinforzare l'attacco senza coprire i problemi a centrocampo serve davvero a poco.
Comunque c'è ancora un pò di tempo per colmare le lacune.