" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 9 febbraio 2011

Rialzati Samp!

Da agosto ad oggi abbiamo preso tanti di quegli schiaffi sulla faccia che è difficile capirci qualcosa...
L'unica cosa certa è che il momento che stiamo attraversando è terribile, drammatico, sicuramente il peggiore dell'era Garrone: altro che i periodi neri passati quando sulla nostra panchina siedevano i vari Novellino, Mazzarri e Del Neri, quelli erano acquazzoni estivi in confronto all'uragano che si è abbattutto sulla SAMPDORIA in questi mesi.
Ma da questo maledetto tunnel nel quale ci siamo infilati dobbiamo uscire, a tutti i costi!
E provando a ragionare con quel minimo di lucidità che mi è rimasta dico che l'unico modo per farlo è di rimanere uniti!
Dentro di me ho ancora una rabbia enorme, una delusione cattiva e feroce e, come me, immagino migliaia di cuori blucerchiati...ma in questo momento bisogna soffocare tutte queste tremende sensazioni e metterle in un angolo per amore di lei, della nostra Samp!
Arrivati a questo punto è inutile continuare a sottolineare gli errori della dirigenza, quelli del mister e i limiti dei giocatori, sospendiamo ogni giudizio fino a fine stagione e poi, a bocce ferme, sarà giusto e doveroso portare sul banco degli imputati chi ci ha ridotto in queste condizioni!
Ora è il momento che tutti facciano la loro parte, in primis noi tifosi: basta diktat, contestazioni e altri comportamenti comprensibili ma che ora come ora sarebbero solo deleteri, bisogna stringerci attorno alla squadra e aiutarla ad uscire da questo cazzo di tunnel!
La sua parte deve fare Di Carlo che, finchè non verrà esonerato o non si dimetterà rimane l'allenatore della mia squadra del cuore e a lui deve andare il nostro appoggio e sostegno: dai Mimmo, resetta tutto, cerca di far tirare fuori ai tuoi ragazzi tutto quel che hanno e domenica metti in campo 11 leoni pronti a sbranare il Bologna!
La loro parte devono fare i giocatori: noi siamo dalla loro parte ma loro devono dare di tutto e di più per la meravigliosa e gloriosa maglia che indossano!
E, ultimo ma non ultimo, faccia la sua parte anche il Presidente: un bell'esame di coscienza credo sia doveroso e, se avrà voglia di continuare, cominci a ripensare a un nuovo organigramma societario una volta che ci saremo salvati perchè, porca di quella porca, CI SALVEREMO!
RIALZATI SAMPDORIA, RIALZATI!

4 commenti:

Entius ha detto...

E' un momento molto critico per la Sampdoria ma sono convinto che può riuscire a rialzarsi e a concludere nei migliori dei modi questa stagione, in attesa che a giugno cambi qualcosa.

Antonio ha detto...

Per dirla con linguaggio matematico (deformazione professionale :D), la vittoria è condizione necessaria e sufficiente. 5 punti sulla terz'ultima sono pochissimi, e la storia recente della serie A ci insegna che al rush finale è meglio arrivarci già salvi, perchè poi succedono parecchie cose strane..

Io non credo che questa squadra rischi davvero, ma è anche vero che al momento siete nel marasma più totale e solo un paio di vittorie possono iniziare a far cambiare la rotta..

In bocca al lupo, Doria!

Vincenzo ha detto...

Dovete svoltare, prima lo fate meglio è per voi.

Ciao e in bocca al lupo!

yashal ha detto...

E' un momento critico per colpa di quel matto di Garrone. Come si può vendere il tandem pazzini-cassano? mah!