" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 23 giugno 2010

Riscattato Pozzi, Tissone resta

Comincia a movimentarsi il mercato della SAMPDORIA.
Dopo l'acquisto in comproprietà di Curci, il d.g. Sergio Gasparin nelle ultime 24 ore ha piazzato altri importanti colpi. Il primo riguarda l'acquisto definitivo di Nicola Pozzi: l'attaccante romagnolo era in prestito dall'Empoli con diritto di riscatto già fissato a circa 5 milioni e ieri la società blucerchiata ha raggiunto l'accordo con quella toscana inserendo nell'affare anche la cessione temporanea del più che promettente centrocampista della Primavera e dell'Under 21 Roberto Soriano che giocherà così l'anno prossimo in B avendo modo di acquisire esperienza.
Definite invece nelle ultime ore le situazioni di Tissone e Rossini: per entrambi è stata rinnovata la comproprietà con l'Udinese e l'anno prossimo faranno parte della rosa a disposizione del nuovo mister Mimmo Di Carlo.
L'esito di queste operazioni mi soddisfa pienamente.
Nicola Pozzi, ignorato da Del Neri nel girone d'andata, complice la vicenda Cassano si era messo in luce in quello di ritorno, dando un importante contributo alla rinascita della squadra sia in fase realizzativa che soprattutto in quella temperamentale ( celebre la partita con l'Inter a San Siro nella quale fece ammattire la difesa nerazzurra e di fatto causò le espulsioni di Samuel e Cordoba ).
Non mi aspettavo che Pozzi rimanesse, le dichiarazioni di Gasparin facevano pensare ad una conclusione diversa della vicenda, e invece si è giustamente deciso di puntare su questo ragazzo visto anche il costo ragionevole del cartellino, alla cifra che abbiamo scucito ben difficilmente si sarebbe potuto trovare un attaccante dello stesso valore del romagnolo...
Bene anche la conferma di Tissone ( anche se l'argentino dovrà essere più costante nel suo rendimento ) e soprattutto l'approdo di Jonathan Rossini, difensore svizzero classe'89, prodotto del vivaio blucerchiato e reduce da un'ottima stagione in serie B nelle file del Sassuolo.
Sembra in dirittura d'arrivo anche un'operazione col Parma: agli emiliani dovrebbe essere ceduta la nostra metà del portiere Mirante, mentre i ducali ci girerebbero quella dell'esterno Antonelli.
Resta invece complicatissima la situazione legata a Mannini, a metà col Napoli: la distanza tra richiesta e offerta è sempre molto ampia, appare inevitabile il ricorso alle buste...
Una volta sciolto questo nodo è probabile che il mercato doriano possa definitivamente decollare, anche perchè tra due settimane inizierà il raduno e l'intenzione della società è quella di consegnare a Di Carlo un organico il più possibile definito...


2 commenti:

Vincenzo ha detto...

Ti dico solo una cosa: spero che non farete l'errore di avere paura di fare il salto di qualità come è successo negli anni passati con Lazio, Genoa e Udinese. Spendete bene e rinforzate la rosa per la CHampons, altrimenti avrete una stagione fallimentare come successe cn queste altre squadre che ho detto.

Curci non mi piace granchè come portiere, in Champions tremo solo all'idea di vederlo.

Non vorrei inoltre che Pozzi sia stati riscattato per una eventuale partenza di Pazzini... destinazione gobba...

Un saluto, Vincenzo.

Andrea ha detto...

Curci non piace praticamente a nessuno, ma ahimè la scelta ormai è stata fatta quindi non ci resta che sperare che questo ragazzo nel nostro ambiente notoriamente tranquillo trovi l'habitat ideale per emergere...
Per il resto Vincenzo, credo che già il fatto di confermare Pazzini e Palombo e non cedere nessun pezzo pregiato per una società come la nostra sia già moltissimo...ciao!