" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 11 marzo 2010

Uno sguardo al futuro: Del Neri verso la riconferma

Se l'attenzione dei tifosi è quasi esclusivamente rivolta al rush finale di questa stagione, quella dei dirigenti è proiettata anche al prossimo futuro, siamo a marzo inoltrato ed è adesso che si devono pianificare le strategie per l'anno 2010/11.
In casa Samp il principale nodo da sciogliere è quello relativo all'allenatore: Gigi Del Neri, com'è sua consuetudine, la scorsa estate ha firmato per un solo anno e quindi dal 1 luglio prossimo il tecnico di Aquileia sarebbe libero di accomodarsi su un'altra panchina...
Ma alla luce degli ultimi risultati il matrimonio tra il baffuto mister friulano e il sodalizio blucerchiato sembra destinato a proseguire, un'eventualità che solo fino a un mese e mezzo fa, con la squadra in caduta libera e nel pieno dell'arcinota vicenda Cassano, appariva pressochè impossibile!
Ho sempre dichiarato di non amare particolarmente questo allenatore dal curriculum mediocre e dalla esasperata rigidità tattica, ora tutti sono pronti a elogiarlo dimenticandosi però gli errori commessi specie nella seconda parte del girone d'andata: l'esclusione di Zauri e Lucchini ad esempio, che non saranno due fenomeni ma sono certamenti elementi più affidabili di Cacciatore e Marco Rossi, ragazzi che al momento non sono pronti a giocare titolari: non è un caso che da quando i due sopracitati hanno riconquistato il posto in squadra il rendimento del pacchetto arretrato sia nettamente migliorato.
E che dire di Nicola Pozzi? Fino a gennaio non l'avevamo praticamente mai visto, tanto che sembrava possibile una sua cessione, ora abbiamo scoperto un attaccante che sa essere utilissimo alla squadra non solo in fase offensiva ma anche in quella di ripiegamento, trasformandosi spesso nel primo difensore che va a pressare sul portatore di palla avversario...
La vicenda Cassano ha poi del surreale: come può il giocatore di gran lunga tecnicamente più forte della rosa rappresentare un problema?
Tra i compiti di un allenatore c'è anche e soprattutto quello di valorizzare al massimo le risorse a disposizione e non sfruttare a dovere la classe del barese è un'assurdità, aldilà dei demeriti di Cassano il cui rendimento, dopo uno strepitoso avvio di stagione, era vistosamente calato anche se nè più nè meno di altri...
Del Neri, al contrario di Mazzarri, in sede di campagna acquisti è stato accontentato in tutte le sue richieste e quest'anno inoltre, ad eccezione di Semioli e Castellazzi non abbiamo praticamente mai avuto seri infortuni ( tocco ferro... ): ed è quindi per questo che giudico l'ottima classifica assolutamente in linea con le nostre potenzialità, non vedo in essa particolari meriti della guida tecnica...
Ma aldilà delle mie personalissime considerazioni sarà il campo a parlare: i risultati stanno dando ragione a Del Neri e se la società, come pare, intenderà proporgli l'allungamento contrattuale di certo accetterò la decisione senza disperarmi...
Per ciò che concerne i giocatori c'è già una discreta carne al fuoco: con l'approdo dello svincolato Castellazzi all'Inter si sta lavorando per acquistare, almeno in comproprietà, Storari dal Milan che così bene si sta comportando, più complicata appare invece una riconferma di Guberti, anch'egli in prestito secco dalla Roma.
Coi contratti rinnovati a Lucchini e Gastaldello, blindato il gioiellino Poli, incedibile Palombo, il sacrificato sull'altare del bilancio quest'anno dovrebbe essere Giampaolo Pazzini: acquistato dalla Fiorentina un anno fa per 9 milioni di euro, il valore del Pazzo in 12 mesi è quantomeno raddoppiato e a queste cifre trattenerlo di fronte ad un'offerta ( juventina?) sarà impossibile, a meno che non si centri una qualificazione in Champions League...
Dovrebbero tornare alla base i giovani Koman e Marilungo che stanno facendo benissimo rispettivamente a Bari e Lecce, mentre come possibili volti nuovi si fanno i nomi di Gobbi e Bresciano, in scadenza di contratto con Fiorentina e Palermo...per il momento si tratta solo di rumors, vedremo tra qualche mese se a tali voci seguiranno fatti concreti....

2 commenti:

Vincenzo ha detto...

Del Neri sta facendo un ottimo lavoro e sarebbe giusta la conferma. Bresciano sarebbe un ottimo colpo anche se nel 4-4-2 canonico del vostor mister non so dove troverebbe posto.

Un saluto, Vincenzo.

Andrea ha detto...

Hai ragione Vincenzo, inoltre Bresciano mi sembra un pò in fase calante rispetto alle passate stagioni...ciao!