" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 18 marzo 2010

Se la fortuna è cieca...

...la sfiga ci vede benissimo!
Ma soprattutto, non bisogna MAI NOMINARLA!!!Giusto giovedì scorso mettevo in evidenza il fatto che quest'anno sotto il profilo degli infortuni non potevamo lamentarci ed ecco arrivare la tegola Pozzi: l'attaccante romagnolo, uscito prima della mezz'ora domenica contro il Bologna, ha rimediato una lesione al legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro...visitato ad Anversa dal luminare Martens, Pozzi non dovrà operarsi come inizialmente ipotizzato, ma dovrà rimanere comunque fermo per due/tre mesi e questo significa che la sua stagione è già terminata.
Il k.o. dell'ex empolese riduce così ai minimi termini il reparto avanzato che ora potrà contare sull'apporto dei soli Pazzini e Cassano con quest'ultimo ancora ben lontano da una condizione fisica accettabile: una situazione decisamente di emergenza che chiama però in causa la società, aver deciso di affrontare l'intero girone di ritorno con soli tre attaccanti è stato un errore di superficialità che si poteva e doveva evitare, una volta deciso di far partire Bellucci era necessario trovare un sostituto.
Davvero incredibile la jella che da qualche anno colpisce le punte blucerchiate: nel 2006 furono prima Bonazzoli e poi Bazzani a rompersi, nel 2007 ci fu il "bis" di Bonazzoli, mentre nel 2008 e nel 2009 è stato lo sfortunatissimo Bellucci a finire anzitempo il campionato...
Ora quindi per questo rush finale bisogna confidare in Antonio Cassano: il barese contro la Lazio fu quasi imbarazzante, ma nel secondo tempo di Bologna, dopo l'ingresso a freddo e le conseguenti difficoltà è apparso in crescita, sperare di rivederlo al top tra poche settimane non è un'utopia...
Tonino potrebbe rivelarsi l'asso nella manica, l'uomo in più per queste rimanenti 10 partite che saranno 10 finali da affrontare col coltello tra i denti per centrare l'obiettivo europeo, sfide che affronteremo con la rabbia derivante dai numerosi torti arbitrali che stiamo subendo: tra rigori solari negati, concessi e poi cancellati, gol subìti in fuorigioco chilometrici ce ne stanno davvero capitando di tutti i colori...
Si dice che a fine stagione le sviste si compensino: personalmente non ci credo ( al Milan che dovrebbe capitare da qui a maggio ?), ma se davvero così fosse dovremmo arrivare quarti senza neppure scendere in campo...

3 commenti:

yashal ha detto...

Andrea ho deciso di conoscere su facebook gli amici virtuali più stretti del mio blog, se sei d'accordo lasciami il tuo nome su yashal86@yahoo.it con nome del tuo blog,saluti laziali...

Bianco Su Nero ha detto...

è un problema se iniziate la riscossa dalla prossima settimana? vi prego..

Andrea ha detto...

Ok yashal...
Bianco Su Nero niente sconti, e poi dobbiamo provare a riscattare l'umiliazione della gara d'andata:-)