" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 8 marzo 2010

Riparte la corsa...

SAMPDORIA - Lazio 2-1
Marcatori: 7' Floccari; 29' Guberti; 36' Pazzini
Espulso: 77' Zarate
Ammoniti: Zauri, Kolarov, Radu, Ledesma
Angoli: 6-2
Note: spettatori paganti 3.513, incasso di € 49.901,55; abbonati 20.406

Dopo lo stop di Parma la SAMPDORIA riprende la sua marcia d'avvicinamento alle zone d'alta classifica battendo la Lazio al termine di una partita dall'andamento schizofrenico.
Partenza bruciante dei biancocelesti che già al 4' confezionano una clamorosa palla gol con Rocchi che, a tu per tu con Storari spara sul portierone blucerchiato; il vantaggio laziale è però rimandato di soli 3'quando Floccari raccoglie in off side un traversone di Zarate, vince il duello con Accardi ( forse aiutandosi con una mano ) e con un tocco sporco mette in rete. La Samp accusa il colpo, ma dopo il quarto d'ora gli uomini di Del Neri cominciano a macinare gioco e schiacciare gli avversari nella propria metà campo: al 29' arriva il pareggio con una bomba di Guberti su tocco di Palombo e al 36' si perfeziona il sorpasso grazie a Pazzini che gira imparabilmente alle spalle di Muslera dopo una combinazione Guberti-Semioli.
Nella ripresa la Lazio non riesce a imbastire una valida reazione e la SAMPDORIA sembra poter gestire senza troppi affanni il vantaggio sfiorando in un paio di circostanze il terzo gol.
Le emozioni si concentrano così tutte negli ultimi 25': viene espulso il tecnico Reja per proteste, fa il suo ingresso in campo Cassano a 50 giorni dalla sua ultima apparizione e anche Zarate finisce anzitempo negli spogliatoi...
Partita finita? La logica vorrebbe questo, ma siccome nel calcio di logico c'è poco o nulla ecco che accade l'imponderabile: la Samp pensa ormai di avercela fatta e tira i remi in barca, viceversa gli ospiti non avendo più nulla da perdere si buttano a testa bassa in avanti, nasce così un autentico forcing dei laziali con Storari protagonista di parate e uscite decisive e tempestive.
Dopo cinque minuti di recupero e indicibili sofferenze Marassi può così esplodere di gioia per un successo sofferto ma complessivamente meritato che ci proietta al sesto posto: mi è piaciuta molto la reazione dei ragazzi dopo il fulmineo svantaggio, non era affatto facile raddrizzare la situazione, siamo stati bravissimi a riordinare le idee e a non farci prendere dalla frenesia di rimontare subito, peccato per quello sbandamento nel finale frutto di un rilassamento psicologico che non dovrebbe mai esserci, ma alla fine tutto è bene quel che finisce bene, avanti così!

Pagelle Samp:
- Storari 7: decisivo e tempestivo sia tra i pali che nelle uscite.
- Zauri 6,5: soffre un pò al cospetto di Zarate, ma complessivamente tiene botta ed è autore di ottimi interventi difensivi.
- Gastaldello 6: forse non il massimo della reattività in occasione del gol laziale, comunque non sfigura.
- Lucchini 6: prestazione un pò al di sotto delle ultime eccellenti prove, va vicino un paio di volte al suo primo gol in maglia blucerchiata.
- Accardi 5,5: arrugginito dalla lunga assenza, parte male e si fa bruciare da Floccari in occasione del vantaggio laziale, poi si riprende in parte.
61' Cacciatore 6: anche lui rientra dopo un bel pò, mostra buona personalità.
- Semioli 6: corre come un forsennato, suo l'assist per il Pazzo, peccato che gli manchi lo spunto per saltare l'uomo.
- Palombo 6: parte malissimo, cresce alla distanza.
- Poli 7: un'altra prestazione di spessore di questo gioiellino che cresce di partita in partita.
- Guberti 7: un gran gol e tante giocate di qualità.
74' Mannini 5,5: dà la brutta sensazione di non averne granchè voglia...
- Pozzi 6: fa a sportellate con tutti ma non tira mai in porta, cosa non da poco per un centravanti.
69' Cassano 5,5: in condizioni fisiche visibilmente precarie, sbaglia quasi tutto, ma il suo ritorno in campo è comunque una nota positiva.
- Pazzini 6,5: un tiro, un gol: un cecchino!
All. Del Neri 6,5: Samp convincente alla quale ha dato gioco e carattere, se poi nella questione Cassano avrà avuto ragione lui sarà solo da applaudire...

Pagelle Lazio ( 5-2-3 ): Muslera 6; Diakite 5 ( 70' Matuzalem 6,5 ) Siviglia 5,5 ( 83' Mauri s.v. ) Stendardo 5,5 Radu 5,5 Kolarov 5,5; Brocchi 5 Ledesma 5; Rocchi 5 ( 62' Makinwa 5 ) Floccari 6 Zarate 5 All. Reja 5
Arbitro: Brighi di Cesena 5,5

2 commenti:

yashal ha detto...

Ennesima prestazione vergognosa della Lazio che passa in vantaggio e poi si spegne. Complimenti per aver saputo rimontare il gol subito! ciao

Andrea ha detto...

In effetti yashal è stato abbastanza incomprensibile il vostro atteggiamento, passati presto in vantaggio dovevate gestire meglio la situazione, non mi hanno per nulla convinto le scelte di Reja, comunque per la salvezza mancano 9 punti e sono certo che ce la farete...ciao!