" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

sabato 27 marzo 2010

Col Cagliari per ripartire!


La SAMPDORIA prova a riprendere la sua marcia interrotta a Bari ospitando a Marassi il Cagliari.
Scontato il turno di squalifica torna al centro della difesa Stefano Lucchini; rispetto alla gara disputata in Puglia rientrano dal 1' Semioli e Poli che rileveranno rispettivamente Mannini e Tissone.
Molti più problemi invece per Massimiliano Allegri, tecnico dei sardi, che dovrà fare a meno degli infortunati Pisano, Parola, Lazzari, Jeda e Cossu e dell'ex Dessena squalificato: a centrocampo con Biondini e Conti troverà spazio Barone mentre in avanti sarà il giovane belga Nainggolan a giocare in appoggio al tandem Matri - Larrivey, favorito su Nenè.
Quella contro il Cagliari dovrà essere la partita del riscatto: il k.o. di Bari, per certi versi inaspettato, ha ridimensionato le nostre ambizioni di Champions League ma mollare adesso sarebbe assurdo quindi i 3 punti sono d'obbligo per non perdere contatto con il lanciatissimo Palermo che stasera ha battuto in anticipo il Bologna.
Nonostante sia in caduta libera ( 1 solo punto nelle ultime 5 partite ) il Cagliari è formazione da prendere con le molle e che da tradizione ci fa sempre soffrire tantissimo, come testimonia il fatto che a Marassi non lo battiamo dal 17 maggio 2003, giorno del nostro ritorno in serie A...DAI DORIA!!!

3 commenti:

Vincenzo ha detto...

In bocca al lupo!

UN saluto, Vincenzo.

yashal ha detto...

Assolutamente sì, ripartire! daje

Bianco Su Nero ha detto...

n'altro gol in fuorigioco..
prima o poi farete una rivolta :D