" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

domenica 13 dicembre 2009

Al gran completo contro la Roma

Posticipo di lusso questa sera a Marassi dove la SAMPDORIA riceverà la lanciatissima Roma di capitan Totti in quello che può essere definito il big match di questa sedicesima giornata.
Del Neri ha finalmente tutta la rosa a disposizione e ne approfitterà per rivoluzionare la squadra: in difesa verrà rispolverato Zauri nel ruolo di esterno sinistro col dirottamento di Accardi al centro in coppia con Gastaldello, mentre a centrocampo dopo quasi tre mesi tornerà dal 1' Semioli.
Assieme all'ex viola e a capitan Palombo ci sarà anche Franceschini, mentre è un rebus il nome del quarto centrocampista: possibili molte soluzioni, da Ziegler a Mannini passando per Bellucci. In attacco non è da escludere la clamorosa esclusione di Pazzini, in tal caso sarà lo scalpitante Pozzi il partner di Cassano.
Nella Roma mancheranno gli squalificati Pizarro e Menez e gli infortunati Mexes, Doni e l'ex Tonetto. Ranieri confermerà il modulo 4-2-3-1 rilanciando Brighi e Taddei col brasiliano che, assieme a Perrotta e Vucinic formerà il terzetto che giostrerà alle spalle di Totti.
E' una partita che per noi è di vitale importanza! Dopo tre mortificanti sconfitte subìte senza mostrare un briciolo di orgoglio e di dignità è arrivato il momento di gettare il cuore oltre l'ostacolo e di tirare finalmente fuori gli attributi!
Aldilà del risultato stasera PRETENDO di vedere 11 uomini, uomini veri, che abbiano voglia di onorare la meravigliosa e gloriosa maglia che indossano!!! Un'altra umiliazione sarebbe inaccettabile e credo aprirebbe scenari davvero imprevedibili fino a poche settimane fa...
La Roma non è certamente l'avversario migliore per rilanciarsi: i giallorossi dopo uno stentato avvio di stagione stanno gradatamente risalendo in classifica, grazie alla guida di un allenatore esperto e capace come Ranieri ed ai gol di un Totti che, nonostante l'età e qualche acciacco fisico di troppo rimane un fuoriclasse di livello assoluto.
Ma stasera non ha importanza chi troveremo di fronte, perchè in campo dovremo esserci solo noi, dall'inizio alla fine...DAI DORIA!!!

2 commenti:

Antonio ha detto...

Partita che farà da cartina tornasole dell'integrità all'interno della doria..se sarà un crollo anche oggi, mi sa che il giocattolo sarà definitivamente rotto.

yashal ha detto...

Lazio 1 Genoa 0...
restituite il favore...please!!

ciao