" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

venerdì 13 novembre 2009

Champions? Tentar non nuoce...

Con la Serie A ferma per gli impegni delle nazionali ne approfitto ( con grande originalità e fantasia...) per fare un primo bilancio di questo scorcio iniziale di torneo.
Sono trascorse dodici giornate, ossia quasi un terzo di campionato: una porzione abbastanza consistente che permette di avere un quadro sufficientemente chiaro su quel che è accaduto e che può dare un'idea di massima su cosa potrà succedere da qui a maggio.
Qui scrissi le mie previsioni alla vigilia del primo turno: andandole a rileggere devo dire che a parte qualche "cantonata" di troppo ( reputavo il Bari di gran lunga la squadra più debole e non credevo ad un Parma da subito competitivo, viceversa non pensavo di vedere le romane così in difficoltà ) tutto sommato esse stanno ricalcando quanto sta accadendo...
Ma veniamo alla SAMPDORIA.
Siamo partiti senza un obiettivo preciso, se non quello di migliorare il tredicesimo posto della scorsa stagione o meglio, come va ormai di moda dichiarare, finire nella parte sinistra della classifica.
Ma logicamente c'è parte sinistra e parte sinistra: un conto è leggere il nome SAMPDORIA in alto, tra le primissime, un altro paio di maniche è vederlo confinato in basso...
Ma, realisticamente, dove possiamo arrivare?
Partendo dal fatto che " la parte sinistra" non ci dovrebbe sfuggire, dove ci possiamo collocare in essa?
Messa da parte ogni utopistica velleità di lottare per lo scudetto ( in realtà non ci ho mai creduto, è solo che qualche superficiale giornalista ci aveva indicato come l'anti Inter...mah...) io credo che nella lotta per un posto in Champions League possiamo rientrare anche noi.
Logicamente sarà durissima, visto che due dei quattro posti disponibili sono già occupati, ma per gli altri credo che i giochi siano aperti, apertissimi.
Vedo molto bene la Fiorentina, ormai realtà super consolidata del nostro campionato, mentre rimango ancora scettico sul Milan: ora i rossoneri stanno andando a mille tuttavia non mi convincono appieno e non credo potranno staccare le dirette concorrenti, nel calderone secondo me vi rimarranno a lungo.
C'è la seconda squadra di Genova che, ahimè è sempre lì, nonostante i molti infortuni e gli impegni europei, sta venendo su molto bene il Napoli che con Mazzarri pare aver ritrovato gioco e carattere, potrebbe reinserirsi la Roma se recupera Totti mentre credo che dai giochi, a meno di clamorose rimonte e impennate di rendimento, siano escluse Lazio, Palermo e Udinese.
Riassumendo: un posto disponibile ( difficile che possano essere due ) con 3/4 squadre a contenderselo.
Ci dobbiamo provare: abbiamo 21 punti, tutti meritati, in alcuni casi la fortuna ci ha dato una mano ( vedi Catania, Bergamo e la gara casalinga col Bari ), in altri siamo stati pesantemente penalizzati dalle sviste arbitrali quindi globalmente la posizione di classifica rispecchia quanto abbiamo prodotto sul campo.
Confidando che la sosta possa restituirci morale, convinzione nei nostri mezzi e brillantezza atletica penso che potremo riprendere il cammino bruscamente interrotto da un paio di settimane....tentar non nuoce, dai ragazzi!

1 commento:

Brando ha detto...

Ciao, ho visto il tuo blog.
calcionews24.com (fino al 5 dicembre su www.calcionews24.net) è in cerca di nuovi collaboratori: redattori, newser, editorialisti, etc.
Se pensi che ti può interessare, facci sapere mandandoci una mail su info@calcionews24.net!
Un caro saluto,
Brando de Leonardis