" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 16 settembre 2009

Forza Alessandro!

Alessandro Romeo.
Un nome ( e un cognome ) che probabilmente dice poco o nulla agli appassionati di calcio.
Romeo è un giocatore dell'Ascoli che sabato scorso, durante il match tra la squadra marchigiana e il Vicenza ha riportato la lesione del legamento crociato anteriore sinistro e una lesione del menisco. Operato ieri nella clinica Villa Stuart di Roma, Romeo dovrà rimanere fermo per almeno cinque mesi.
Infortuni di questo genere purtroppo sono sempre possibili per un calciatore e infatti quel che mi colpisce di questa vicenda non è tanto questo k.o. ma il fatto che per Alessandro Romeo, romano, classe 1987, cresciuto nel vivaio della SAMPDORIA ( con la quale ha esordito in serie A nella stagione 2006/07 collezionando in totale 4 presenze ) si tratta della terza rottura dei legamenti crociati! Una sfortuna incredibile, non so se esistono precedenti di un giocatore che a neppure 23 anni abbia già subìto così tanti e gravi infortuni.
Nelle giovanili blucerchiate si era messo in luce per le sue qualità di attaccante di razza, poi il primo stop che però non gli aveva precluso di arrivare in prima squadra, quindi il passaggio al Legnano in serie C1 per farsi le ossa ma anche qui la sfiga si era accanita su Romeo costringendolo ad una nuova lunga assenza dai campi di gioco.
Dopo una parentesi alla Cavese, l'approdo questa estate in comproprietà all'Ascoli in serie B.
Un eccellente avvio di stagione con gol ed ottime prestazioni sembravano finalmente il preludio alla sua esplosione prima dell'ennesimo crac di sabato scorso.
Per carità, i drammi della vita sono ben altri, ma credo che di fronte a un destino così crudele e beffardo sia impossibile rimanere indifferenti: se davvero nella vita fortuna e sfortuna si compensano per Romeo il futuro sarà ricco di soddisfazioni!
FORZA ALESSANDRO NON MOLLARE!!!

1 commento:

yashal ha detto...

In bocca al lupo!!!