" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 27 maggio 2009

Me tastu se ghe sun...

In questo mio post analizzai la posizione di Walter Mazzarri, ritenendo alquanto probabile a fine stagione il divorzio tra il tecnico di San Vincenzo e la società di Corte Lambruschini a causa dei periodici screzi tra le due parti cominciati al termine dello scorso campionato...
E anche se manca l'ufficialità, la separazione è ormai cosa fatta e verrà pubblicamente sancita presumibilmente dopo l'ultima ininfluente gara contro il Palermo.
Giusto così: se viene a mancare il feeling necessario, se c'è divergenza di vedute sui programmi futuri per il bene di tutti è meglio che le strade si dividano, continuare forzatamente un rapporto se mancano stima e fiducia reciproca rischia di essere controproducente.
Ma un bilancio dell'era Mazzarri lo farò un'altra volta: in questo mio thread voglio più che altro esprimere le mie sensazioni su quello che sarà l'erede designato del mister toscano, ossia Gigi Del Neri.
Una scelta che trovo davvero incomprensibile: se due anni fa, per sostituire Novellino scegliemmo quanto di meglio il panorama degli allenatori stava offrendo in quel momento ( per l'appunto Mazzarri che ormai da diverse stagioni stava avendo una certa continuità di risultati sulle panchine di Livorno prima e Reggina poi ) stavolta davvero mi sfugge la logica di affidarsi ad un tecnico che solo negli ultimi due tornei alla guida dell'Atalanta si è parzialmente riabilitato dopo una serie di flop non indifferenti, da Oporto a Palermo passando per Roma sponda giallorossa.
Leggo e sento dire in giro che la scelta sarebbe dovuta al fatto che Del Neri è un "patito" del 4-4-2 e l'attuale organico secondo la dirigenza è più consono a giocare con questo modulo piuttosto che col "mazzarriano" 3-5-2: ma, mi domando, ha senso scegliere un allenatore solo per lo schema che è solito applicare? Non dovrebbero essere altri parametri a indirizzare verso una decisione così importante? Mentre molte società, anche tra le più blasonate nel panorama calcistico europeo si rivolgono ad allenatori giovani che portano nuove idee e nuove mentalità noi ci affideremo al quasi 60enne Del Neri...sono davvero curioso di sentire come Marotta motiverà questa scelta che mi ha talmente stupito da farmi esclamare in dialetto genovese ME TASTU SE GHE SUN...

3 commenti:

http ha detto...

Si parla troppo di Delneri, forse sarà lui il prossimo allenatore ma ci sono molti nomi in ballo, ricordiamoci però che finchè Mazzarri non trova una sistemazione rimane e vivrebbero da separati in casa praticamente...

Andrea ha detto...

Speriamo che salti fuori un nuovo nome per la nostra panchina ma ormai temo che i giochi siano fatti...ciao!

Anonimo ha detto...

uqdy mjfgn [URL=http://www.katesxxx.com]video sex[/URL] trinoh c cw w bjo