" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 7 gennaio 2009

Stavolta c'è da riparare...

Riapre ufficialmente oggi il calciomercato, quello che gli addetti ai lavori e gli sportivi definiscono di "riparazione".
"Ed essendo di riparazione noi non abbiamo nulla da riparare": questo è stato il ritornello che il nostro dg Beppe Marotta negli anni scorsi ha sempre ripetuto, facendo quindi intendere che la SAMPDORIA non avrebbe certo compiuto chissà quali mirabolanti acquisti.
Frase discutibile ( anche se in casa mia non c'è alcun guasto posso comunque provare a renderla più bella... ) ma sostanzialmente condivisibile, in linea con la tradizione: solo in un paio di circostanze il sodalizio blucerchiato mise a segno due clamorosi colpacci. Il primo fu nel '94 e vide l'incredibile ritorno di Ruud Gullit che solo sei mesi prima aveva salutato la compagnia, il secondo si concretizzò nel '97 con l'approdo alla Samp di Beppe Signori: entrambe le operazioni ebbero purtroppo un esito non felicissimo, a testimonianza che "nome" e rendimento non sempre vanno di pari passo.
Ma torniamo al presente: stavolta il buon Marotta non potrà certo cavarsela col solito " non abbiamo nulla da riparare", perchè da riparare ahimè c'è, e non solo...oltre che ad "aggiustarla",la casa blucerchiata bisognerà provare anche ad arredarla, con stile sobrio, come nostro costume, nessuno chiede pregiati tappeti persiani da esibire all'ingresso o costosissimi quadri d'autore da appendere in salotto...
Cominciamo col reparto difensivo e più precisamente dal portiere:
Mirante ha deluso, sia sotto il profilo tecnico che soprattutto da quello umano quindi credo che la sua cessione sia inevitabile, con la promozione di Fiorillo a secondo di Castellazzi.
In difesa c'è da registrare la partenza di Bottinelli: il difensore argentino dovrà tornare in patria per gravi motivi familiari ( da vedere se la sua cessione avverrà in prestito o se sarà definitiva ) e per rimpiazzarlo arriverà quasi certamente in prestito dal Palermo Andrea Raggi. Mancherebbe ancora un difensore perchè in rosa sono solo in cinque e in questa prima parte di stagione si è sempre stati in emergenza , mi auguro che la società ponga rimedio...
A centrocampo il grande acquisto sarà...Angelo Palombo!
Il centrocampista della Nazionale dovrebbe aver finalmente recuperato dall'infortunio che l'ha tenuto fermo praticamente per l'intero girone d'andata, il suo rientro sarà una vera manna dal cielo per un reparto che ha patito tantissimo la mancanza di filtro e la capacità di impostare la manovra che il solo Angelino nell'attuale organico sa dare; ad essere pignoli mancherebbe ancora un centrale, ma in linea di massima potrebbe andar bene così. Possibili novità invece dagli esterni: Padalino ( nonostante abbia richieste dalla Russia ) e Pieri non si toccano, da valutare invece la posizione dei biondi e deludenti Stankevicius e Ziegler, quest'ultimo pare che abbia offerte dall'estero mentre il lituano potrebbe approdare al Torino.
Ma è in attacco che dovrà essere colmata la più grande lacuna: si cerca disperatamente una punta da affiancare a Cassano e che possa permettere a Bellucci di ritrovare la forma migliore.
Tantissimi i nomi che si fanno: da Pazzini a Jimenez, da Balotelli a Zalayeta passando per Pellissier e Osvaldo.
Partirà Bonazzoli, che andrà probabilmente alla Reggina, e bisogna vedere che si deciderà di fare di Fornaroli: continuare a impiegarlo col contagocce non credo abbia molto senso, l'arrivo di un altro attaccante ne ridurrebbe ulteriormente gli spazi e vedrei di buon occhio quindi una sua cessione in prestito per poterne valutare le reali potenzialità, a patto però che arrivi un sostituto...
Tanta carne al fuoco insomma, vedremo come si muoverà Marotta: nel mercato estivo purtroppo sono stati commessi diversi errori, un pò per sfiga e un pò per superficialità: ma come si suol dire sbagliare è umano, l'importante è non perseverare...

4 commenti:

francescomisc ha detto...

...chissà se le news di mercato di questi giorni che riguardano la tua samp e la mia inter sono reali? Cosa si dice a tal proposito a genova?
buon 2009
Quelli che l'Inter...

Andrea ha detto...

Ciao Francesco
si ho sentito anch'io parlare di questi intrecci sull'asse Inter/Samp: si vocifera di un prestito di Balotelli o addirittura di Adriano...vedremo che succederà! Per quanto riguarda Cassano sicuramente fino a giugno rimarrà qui...ciao!

Juan y Fer ha detto...

Hello,
I think Cassano is essential for this Samp and his transfer to Inter, although Balotelli can go to Samp, is a bad news.
Saluti,
http://saqueneutral.blogspot.com/
(a blog about sport in English and Español)

Rino Scialò ha detto...

Ciao Andrea,
su Zalayeta non ci scommetteri. Proprio di recente ha ribadito la volontà di restare a Napoli, anzi preme per il riscatto completo del suo cartellino dalla Juve.
Per quanto riguarda Fornaroli, fossi in Marotta non lo farei muovere da Genova. Per me è forte e se giocasse di più farebbe un mucchio di gol.
Concordo su Palombo: il suo ritorno sarà il vero grande acquisto della Samp.