" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 29 gennaio 2009

Riscossa!

SAMPDORIA - Lazio 3-1
Marcatori: 13' Delvecchio; 30' Rocchi; 52' Cassano; 55' Stankevicius
Ammoniti: Pieri, Gastaldello, Bellucci, Dessena, Dabo, Lichtsteiner, Pandev, Foggia.
Angoli: 6-9
Note: spettatori paganti 1.261, incasso di € 21.940; abbonati 20.038

La SAMPDORIA torna finalmente a quel successo casalingo che mancava dal 23 novembre e batte con pieno merito la Lazio al termine di una partita tutta grinta e cuore ma nella quale si son visti anche sprazzi di buon calcio.
L'avvio della gara è veloce, con capovolgimenti di fronte da una parte e dall'altra: al 13' Samp in vantaggio grazie a Delvecchio che devia sottomisura una punizione ben calciata da Ziegler, preferito a Dessena nel ruolo di interno di centrocampo.
Dopo pochi minuti i padroni di casa devono però rinunciare a Padalino ( per lui problemi allo stomaco ) che viene sostituito proprio dall'ex parmense.
La Lazio accusa lo svantaggio e non riesce a organizzare una valida reazione mentre i blucerchiati viceversa sembrano tenere bene il campo; ma nel calcio l'episodio che può far girare il match è sempre dietro l'angolo ed eccolo arrivare puntuale alla mezz'ora: lancio di Ledesma, Gastaldello non ci arriva e Rocchi è bravissimo a bruciare Stankevicius e a fulminare Castellazzi con un diagonale imparabile.
Adesso è la SAMPDORIA ad andare in difficoltà,tuttavia sono i blucerchiati ad avere le occasioni migliori con Cassano che non sfrutta nel migliore dei modi due splendidi e millimetrici lanci di Palombo. La prima frazione si chiude con un destro di Rocchi centrale respinto da Castellazzi.
L'inizio di ripresa sembra ricalcare l'ultimo quarto d'ora dei primi 45', ma al 52' è la SAMPDORIA a tornare in vantaggio grazie ad una magia di Cassano che, dopo aver saltato in dribbling due avversari batte Muslera con uno splendido destro a girare che va a insaccarsi nell'angolo più lontano: MARASSI ESPLODE!
Neppure il tempo di terminare i festeggiamenti che arriva il terzo gol: angolo di Cassano e zuccata vincente di Stankevicius, lasciato colpevolmente solo dalla difesa ospite.
Per la Lazio è una doppia, tremenda mazzata: i capitolini vanno in affanno e al 63' lo scatenato Cassano si procura un calcio di rigore che però Bellucci si fa respingere da Muslera.
L'episodio rianima in parte i biancocelesti che però tentano di rendersi pericolosi più con azioni individuali e che con manovre corali: un brivido al 70' quando l'arbitro assegna un inesistente rigore agli ospiti, ma su corretta segnalazione del guardalinee Ayroldi cambia la sua decisione.
Finisce con la Lazio che ci prova con generosità fino all'ultimo, mentre nella Samp c'è tempo per vedere in campo il duo della Primavera Marilungo - Mustacchio che rilevano gli esausti Cassano e Bellucci: da censurare la rissa finale che vede coinvolti parecchi giocatori di ambedue le formazioni.
Vittoria scacciacrisi per i blucerchiati? E' presto per dirlo.
Di certo la squadra ieri ha gettato il cuore oltre l'ostacolo, dimostrandosi più forte delle avversità!
Dopo aver toccato il fondo nei match contro Roma e Palermo i ragazzi sembrano finalmente aver ritrovato quel temperamento senza il quale non si va da nessuna parte; ma oltre al carattere e alla generosità ieri si sono visti anche momenti di gioco discreti, segnali incoraggianti che fanno ben sperare per il futuro.
Calma e gesso però: in classifica non è cambiato praticamente nulla quindi già da domenica a Verona urgono conferme...

Pagelle Samp
- Castellazzi 6: non può nulla sulla girata di Rocchi
- Stankevicius 6.5: si fa bruciare da Rocchi in occasione del pareggio laziale ma per il resto non sbaglia nulla e si permette il lusso di siglare il gol del definitivo 3-1: è un difensore e deve essere impiegato come tale!
- Gastaldello 6: non arriva sul lancio di Ledesma, comunque pur non al meglio la sua prova è positiva.
- Lucchini 6.5: mi è piaciuto molto! Concentrato e sempre attaccato all'avversario diretto in modo da non farsi superare in velocità, bravo Stefano!
- Padalino s.v.
15' Dessena 6: in un ruolo non suo, alterna buone cose ad altre negative, eccede nel finale dando vita ad una rissa non certo edificante
- Delvecchio 6.5: ha il vizietto del gol, ma oltre a questo corre e pressa sempre! Se fosse anche rapido sarebbe un fenomeno...
- Palombo 7.5: partita eccezionale! Corre, tampona, imposta, due suoi lanci per Cassano sono da mostrare alle scuole calcio!
Il suo rientro e il suo ritorno alla forma migliore sono fondamentali.
- Ziegler 6.5: finalmente una prestazione positiva, tecnicamente il ragazzo c'è, deve crescere in personalità.
- Pieri 5.5: qualche errore di troppo, non è ancora il Pieri d'inizio anno.
- Bellucci 5.5: primo tempo in affanno, cresce nella ripresa ma sbaglia goffamente il rigore che avrebbe chiuso la partita.
L'impegno c'è, la condizione non ancora
90' Mustacchio s.v.
- Cassano 7: nel primo tempo appare quasi svogliato, sbaglia un paio di giocate che per uno come lui dovrebbero essere elementari.
Si sveglia nella ripresa, gol d'antologia e rigore procurato.
76' Marilungo s.v.
All. Mazzarri 6.5: la squadra pare aver finalmente ritrovato carattere e convinzione nei propri mezzi.

Pagelle Lazio ( 4-3-1-2 ) Muslera 6; Lichtsteiner 5 Siviglia 5 Cribari 5.5 Radu 5; Dabo 5.5 Ledesma 6 Meghni 5.5 ( 73' Matuzalem s.v. ); Mauri 5.5 ( 63' Foggia 5.5 ); Pandev 6 Rocchi 6.5 ( 46' Zarate 5.5 ) All. Rossi 5.5
Arbitro: Ayroldi di Molfetta 5.5

2 commenti:

yashal ha detto...

Figurati se non dovevamo essere noi le vittime della riscossa..ahahah..complimenti bella partita..ciao

Andrea ha detto...

E' un momento un pò così ma avete la possibilità di riprendervi le potenzialità di certo non vi mancano...ciao!