" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 1 dicembre 2008

Mal di trasferta senza fine...

Cagliari - SAMPDORIA 1-0
Marcatore: 48' Jeda
Ammoniti: Cossu, Marchetti, Bonazzoli, Sammarco.
Angoli: 4-4
Note: spettatori circa 8.000

Mal di trasferta senza fine per la SAMPDORIA che a Cagliari incassa la quarta sconfitta consecutiva: con questo ennesimo k.o. i blucerchiati da ieri detengono il desolante primato del peggior rendimento esterno del campionato con un solo misero punticino fin qui raccolto. Cifre che devono allarmare e far riflettere squadra e società per cercar di capire il perchè la Samp lontano da Marassi si smarrisce...ieri al Sant' Elia si è vista la solita squadra formato trasferta: bloccata, timorosa, incapace di imporre il proprio gioco.
Quello che a me preoccupa maggiormente è che tutte queste sconfitte avvengono per mano di avversari tutt'altro che irresistibili, come il Cagliari visto all'opera ieri: i sardi avevano una paura folle di lasciare spazi per le avanzate di Cassano & C. e se ne stavano ben coperti e attenti a non rischiare nulla: ma, così come successo contro Lazio e Napoli, agli avversari basta sfruttare una disattenzione o un'ingenuità per andare in rete e, una volta incassato il gol, la SAMPDORIA dimostra forse il suo limite più grande, ossia quello di non saper accelerare il ritmo di una gara, tolto Cassano ( ieri in giornata da giocatore qualunque ) e a sprazzi Padalino nessun altro elemento è in grado di saltare l'uomo e quindi di creare superiorità numerica e, di conseguenza, occasioni da gol.
Mi sorge quindi spontanea una domanda: se non si fanno punti contro squadre che più di te non hanno e non fanno nulla, quando mai li farai? Non si può fare affidamento solo sulle sfide casalinghe perchè inevitabilmente capiterà di fare qualche passo falso anche tra le mura amiche!
Ieri Mazzarri, contrariamente alle previsioni, ha dato vita a un massiccio turn over: una scelta che lì per lì mi era sembrata sensata ma, col senno di poi, schierare fin dall'inizio ben tre giocatori reduci da infortuni è stato forse un azzardo.
E' sinceramente inspiegabile poi l'ostracismo del mister nei confronti di Fornaroli: possibile che questo ragazzo non sia in grado di disputare neppure un quarto d'ora??? Non lo si poteva proprio buttare nella mischia al posto dell'inguardabile Bellucci?
La reazione c'è stata solo nel finale, le occasioni non sono mancate e un pareggio avrebbe rispecchiato meglio l'andamento di una gara bloccata tatticamente nel primo tempo e che nella ripresa, dopo il gol in apertura di Jeda, è diventata più godibile...
Comunque non c'è neppure il tempo per le recriminazioni e per i rimpianti, fra 48 ore si torna in campo: l' Europa chiama, la Samp saprà rispondere???

Pagelle Samp:
- Castellazzi 6: non può nulla sulla capocciata di Jeda
- Campagnaro 6: insieme a Dessena si perde Jeda in occasione del gol partita, ma la sua prova è comunque positiva.
- Gastaldello 5.5: qualche errore di troppo in fase di rilancio, tiene a bada Acquafresca.
- Accardi 6: prestazione senza acuti nè errori.
- Padalino 6: pasticcione, ma almeno è l'unico assieme a Cassano che riesce a saltare l'uomo e ad andare sul fondo.
- Dessena 5.5: una bella sponda per Bellucci e poco altro.
78' Delvecchio 5.5: si divora la palla gol forse più clamorosa.
- Palombo 5.5: al rientro dopo due mesi, il Capitano appare arrugginito.
63' Bonazzoli 5.5: si batte bene, ma l'errore sul suo primo colpo di testa da ottima posizione è piuttosto grave.
- Sammarco 5.5: corre senza costrutto, non combina granchè.
- Ziegler 5: quando Cossu va dalle sue parti son dolori, da un suo fallo nasce la punizione vincente per il Cagliari: ancora una volta dimostra i suoi limiti difensivi.
85' Pieri: s.v.
- Bellucci 4.5: l'emblema della Samp versione trasferta: invisibile, impalpabile, inconsistente, irriconoscibile.
- Cassano 6: prestazione da giocatore qualunque, dai suoi piedi comunque partono le occasioni migliori.
All. Mazzarri 5.5: forse troppo azzardato buttare nella mischia tre giocatori reduci da infortunio tutti assieme, insiste nel non considerare Fornaroli, il bilancio esterno è un pianto.

Pagelle Cagliari ( 4-3-1-2 ): Marchetti 6.5 ; Pisano 6.5 Lopez 6 Bianco 6 Astori 6; Fini 6.5 Conti 6 Parola 5.5; Cossu 6.5 ( 83' Lazzari s.v. ) Acquafresca 5.5 ( 83' Matri s.v. ) Jeda 6.5
All. Allegri 6.5
Arbitro: Saccani di Mantova 6

4 commenti:

yashal ha detto...

A Cagliari ci può stare...saluti laziali..ciao

Andrea ha detto...

Bè insomma cara yashal, a me sto Cagliari non ha per nulla impressionato, un pareggio era ampiamente alla nostra portata e avrebbe rispecchiato meglio l'andamento della partita...

Juan y Fer ha detto...

Hello,
this is the kind of the games that it is necessary some points...
Saluti,
http://saqueneutral.blogspot.com/
(a blog about sport in English and Español)

francescomisc ha detto...

Una stagione strana questa per la Samp, veramente indecifrabile. Ma il campionato è lungo e tutto può ancora succedere, anche in testa.

ciao

quelli che l'Inter...
www.interclubacquaviva.blogspot.com