" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

venerdì 19 dicembre 2008

Bottinelli spinge la Samp in Paradiso

SAMPDORIA - Siviglia 1-0
Marcatore: 75' Bottinelli

SAMPDORIA: Castellazzi 6.5 Campagnaro 6 Gastaldello 6 Lucchini 6 ( 62' Bottinelli 7 ); Padalino 6.5 Delvecchio 5 Sammarco 6.5 Franceschini 5 Pieri 5.5 ( 46' Ziegler 6 ); Bellucci 5 ( 91' Stankevicius s.v. ) Cassano 6.5 All. Mazzarri 7

Siviglia ( 4-2-3-1 ): Palop; Konko ( 51' Mosquera ), Prieto, Escudè, Dragutinovic; Fazio, Maresca ( 78' Romaric ); Navas, Renato, Adriano ( 67' Capel ); Luis Fabiano All. Jimenez
Arbitro: Webb ( ENG )
Ammoniti: Delvecchio, Pieri, Bellucci, Bottinelli, Fazio, Navarro.
Note: spettatori circa 15mila

Una SAMPDORIA dal cuore enorme riesce nell'impresa di battere il super favorito Siviglia e di qualificarsi ai sedicesimi di Coppa Uefa, traguardo mai raggiunto dalla società blucerchiata: i prossimi avversari saranno gli ucraini del Metalist Kharkiv che hanno vinto il proprio girone, l'andata si disputerà a Genova il 18 o il 19 febbraio.

La prima emozione arriva dopo soli 9' con un destro di Pieri che Palop devia in angolo: la gara è molto combattuta, il Siviglia si limita al possesso palla ma non riesce quasi mai a creare pericoli alla retroguardia doriana eccezion fatta per un colpo di testa di Luis Fabiano alzato in corner da Castellazzi.
L'occasione migliore per la Samp arriva al 41': Franceschini smarca Sammarco che tutto solo calcia addosso a Palop.

La ripresa comincia con i blucerchiati che sembrano rimasti negli spogliatoi: Cassano & C. sbagliano passaggi in serie e qui il lezioso e presuntuoso Siviglia ha il torto di non affondare i colpi ad esclusione di un gran tiro di Navas deviato da Castellazzi, poi improvviso ecco l'assist di Cassano per Sammarco la cui conclusione è ancora respinta dall'ottimo Palop...è l'episodio che gira il match: la Samp torna a crederci, aumenta il ritmo e fioccano le occasioni, vanificate però dal solito estremo andaluso e da errori di mira.
Al 75' arriva finalmente il gol qualificazione che viene confezionato dai due neo entrati: punizione di Ziegler, palla sul secondo palo dove non arriva Delvecchio ma alle sue spalle c'è Bottinelli che di petto la spinge in rete!
Il Siviglia prova a reagire ma si rende pericoloso solo con Capel che, liberato da uno svarione di Delvecchio, s'invola tutto solo ma angola troppo il tiro e la sfera si perde sul fondo...
La SAMPDORIA stringe i denti, soffre fino al 94' ma poi può finalmente gioire per questa qualificazione tutto sommata meritata!
La squadra, pur palesando gli ormai ben noti limiti tecnici, ha messo in campo un impegno e una determinazione quasi commoventi...
Diciamocela tutta, al passaggio del turno credevano in pochi: non ci credevano i tifosi ( solo 15mila paganti, che tristezza!) e non ci credeva neppure la società, gli unici che hanno dimostrato di volere fortemente questa qualificazione sono stati i giocatori e il mister.
Ed è per un senso di rispetto verso di loro che, nell'imminente mercato di gennaio mi aspetto qualche intervento da parte della proprietà teso ad allargare la rosa: non si chiedono fenomeni, ma giocatori di categoria e motivati che possano dare il loro contributo a questo gruppo che ieri ha dimostrato di essere formato da veri uomini...

1 commento:

yashal ha detto...

Bravissimi..