" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 12 novembre 2008

Coppa Italia: stasera Samp - Empoli. E Mazzarri attacca la società

La SAMPDORIA fa il suo debutto in Coppa Italia affrontando stasera in gara secca a Marassi l' Empoli capolista in serie B.
Per l'occasione Mazzarri darà spazio a chi è stato finora meno impiegato: giocheranno quindi dal 1' i vari Dessena, Bonanni ( per lui esordio stagionale ) Ziegler, Bonazzoli e Fornaroli.
Tra i pali toccherà a Mirante mentre Bellucci e Cassano partiranno dalla panchina.
Anche Silvio Baldini, tecnico dell' Empoli, manderà in campo almeno inizialmente le seconde linee, tra esse i giovani Arcidiacono, Negrini, Vinci e Bianco, esterno mancino prodotto del vivaio blucerchiato da quest'anno in comproprietà col club toscano.
Gara dal pronostico ovviamente a favore della Samp, ma essendo un match a eliminazione diretta può succedere di tutto e sarà quindi necessaria la massima concentrazione onde evitare spiacevoli sorprese: la Coppa Italia è una competizione che potrebbe rappresentare l'ancora di salvezza per la compagine blucerchiata visto il mediocre rendimento in campionato, inoltre la nuova formula introdotta quest'anno che prevede partite in gara unica da giocarsi in casa della squadra meglio classificata nella precedente stagione permetterebbe alla SAMPDORIA di ritrovarsi in semifinale centrando due vittorie casalinghe, perciò una ghiotta opportunità da non lasciarsi assolutamente scappare.
In caso di passaggio del turno nei quarti di finale la Samp troverà sulla sua strada l'Udinese, che poco fa ha battuto la Reggina ai calci di rigore.

Questo importante match però nelle ultime ore è quasi scivolato in secondo piano a causa delle dichiarazioni rilasciate ieri da mister Mazzarri.
" Non posso fare miracoli ogni anno, io quest'estate avrei voluto Aronica, Rinaudo e Buscè!", questo il succo del discorso del tecnico di San Vincenzo, una vera e propria entrata a gamba tesa sull'operato della società, con la quale c'erano già stati screzi sul finire dello scorso campionato.
Un'uscita davvero infelice, che spero non crei ulteriori nervosismi e malumori in un ambiente già non al top dell'entusiasmo, il buon Mazzarri deve sforzarsi di capire che i panni sporchi alla SAMPDORIA si lavano in famiglia e non davanti a telecamere e taccuini!
Se a maggio ha prolungato il contratto significa che condivideva i programmi della società, che poi quest'ultima in fase di calcio mercato non sia stata impeccabile è sotto l'occhio di tutti ma, mi ripeto, sono temi delicati che vanno affrontati in privato...

2 commenti:

Juan y Fer ha detto...

Hello,
yes, it is not necessary this Mazzarri´s commetator....
About the game, Samp won although it had problems "thanks" to Cassano when he allowed to Ziegler to shot the penalty-when a game is open, Cassano must shot the penalties or the free-kicks-
Saluti,
http://saqueneutral.blogspot.com/
(a blog about sport in English and Español)

Andrea ha detto...

Ziegler was to ask Cassano to beat penalty, unfortunately was a good goalkeeper to reject the kick...saluti