" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

mercoledì 11 giugno 2008

Maggio ceduto al Napoli

La notizia circolava da giorni, e da oggi è arrivata l'ufficialità: Christian Maggio è stato ceduto al Napoli.
Discordanti le cifre riguardanti il trasferimento: chi parla di 8 milioni, chi di 10-11...
Maggio ha firmato con la società partenopea un contratto quinquiennale.

La partenza di Christian mi sorprende e allo stesso tempo mi amareggia moltissimo: ero infatti convinto che la società blucerchiata avrebbe respinto le varie sirene provenienti da Napoli e dall'Inghilterra, e invece così non è stato...
Una perdita che dal punto di vista tecnico reputo molto grave: Maggio nel 3-5-2 di Mazzarri era il giocatore ideale, l'esterno che sa svolgere sia la fase difensiva che quella offensiva in maniera ottimale...
In questo momento in Italia abbondiamo di attaccanti e di centrocampisti, mentre scarseggiamo invece di difensori e di esterni: è per questo motivo che avrei maggiormente compreso ad esempio un'eventuale cessione di Palombo, proprio perchè ritengo che sarebbe stato comunque più facile reperire sul mercato un sostituto del centrocampista che invece trovare una valida alternativa a Maggio...
La cifra incassata verrà certamente reinvestita, anche se , mi ripeto, credo che trovare il sostituto del neo napoletano non sarà impresa facile...la patata bollente passa ora nelle mani di Marotta nel quale, nonostante la brutta sorpresa propinatami oggi, nutro ancora enorme fiducia...

2 commenti:

Rino Scialò ha detto...

La politica delle plusvalenze che sta attuando la Sampdoria non la capisco, almeno non per una società al cui timone c'è un petroliere. Maggio non sarebbe andato via se la società gli avesse ritoccato l'ingaggio. Dopo una stagione come la sua è più che comprensibile la sua richiesta. Il Napoli ha investito su di lui ben 8milioni. Da napoletano sono contento, è chiaro, ma dispiace vedere tanti tifosi appassionati feriti nel loro amore per la maglia.

Andrea ha detto...

Come ho spiegato in un post scritto qualche settimana fa, Garrone non vuole svenarsi per il calcio, almeno finchè non ci sarà una piu equa ripartizione dei diritti televisivi...ogni anno il bilancio è in perdita e lui ripiana di tasca sua, senza l'aiuto degli introiti televisivi...è una politica discutibile visto la sua sterminata potenza economica, ma la realtà è questa e visto che all'orizzonte non c'è la fila per comprare la SAMPDORIA io alla fine mi tengo Garrone, che comunque mi garantirà sempre ( o quasi ) la Serie A dalla parte sinistra...ciao!