" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

lunedì 31 marzo 2008

La Samp passa a Empoli e vede il Paradiso...

13 punti nelle ultime 5 partite, quelle giocate senza Antonio Cassano.
Un bottino incredibile, assolutamente inimmaginabile alla vigilia di questo ciclo; un pò tutti noi tifosi, me per primo, eravamo convinti che sarebbe stata inevitabile una flessione sia nel gioco che soprattutto nei risultati...
E invece ecco che dopo la vittoria di ieri sull'Empoli la SAMPDORIA, a sette giornate dal termine, si trova al sesto posto assieme al Milan, a sole quattro lunghezze dal quarto posto occupato dalla Fiorentina...quarto posto che equivale al Paradiso calcistico...e a questo punto quindi, perchè non provarci?
Certo, sarà un'impresa difficilissima, sono ben tre le formazioni che come noi lotteranno per questo traguardo,ma questa Samp attualmente se la può giocare ad armi pari con qualsiasi squadra...inoltre Palombo & C. potranno disputare questo ultimo mese e mezzo con la forza dei nervi distesi, senza particolari assilli:se la qualificazione ai preliminari di Champions non arriverà non ci sarà nessun problema, nessun dramma, a differenza di altre piazze che vedrebbero la partecipazione alla Coppa Uefa come un autentico fallimento...
E da domenica prossima contro il Livorno tornerà LUI, il Genio di Bari vecchia...SOGNARE SI PUO'!

Temevo molto alla vigilia la trasferta di Empoli, che invece si è incredibilmente dimostrata quasi una formalità...
Si è giocato in un clima di tristezza per via della drammatica morte del tifoso del Parma: in gradinata tutti seduti, praticamente nessun coro, davvero un peccato!

Pronti via e al primo affondo Samp in vantaggio: Sammarco s'invola praticamente indisturbato verso la porta empolese, Piccolo s'incarta da solo e permette al centrocampista comasco di calciare senza ostacoli.
Tiro non forte ma molto preciso, Bassi non sembra impeccabile e viene battuto.
Provano a reagire gli uomini di Malesani ( esonerato poche ore fa: al suo posto torna Cagni ) ma il talentuoso Giovinco è troppo solo.
Passano solo 10' e arriva il raddoppio: velocissimo contropiede innescato da Franceschini, triangolo con Bonazzoli, colpo di testa ancora di Franceschini che mette in mezzo e Marzoratti, scoordinatissimo, nel tentativo di rinviare si calcia la sfera sul viso che termina poi in rete.
L'Empoli non ci crede neppure: i toscani non sembrano avere l' animus pugnandi tipico delle squadre in lotta per la salvezza.
Spenti, rassegnati e contestati dal proprio pubblico, i padroni di casa non riescono praticamente mai a impensierire la retroguardia blucerchiata: a nulla serve l'ingresso della punta Volpato. Forte del doppio vantaggio, la Samp si limita a controllare la gara che diventa così abbastanza soporifera.

Il copione della ripresa non cambia: l' Empoli vive solo sulle fiammate di Giovinco, i blucerchiati controllano senza troppi affanni e in contropiede sfiorano in più di una circostanza la terza marcatura, specie con Kalu, appena entrato per Bonazzoli, e con Delvecchio.
Finisce così, tra la gioia composta dei numerosi sostenitori doriani che anche oggi hanno seguito la squadra...il PARADISO da ieri non è più così lontano...

Pagelle Samp:
- Castellazzi 6.5: una sola vera parata su punizione di Musacci, per il resto appare sempre concentrato e reattivo.
- Lucchini 7: non si commuove nel giorno del suo ritorno in quello che è stato il suo stadio per 5 anni, praticamente perfetto.
- Gastaldello 7: ormai è una certezza.
- Accardi 7: riecco il vero Accardi! Quello concentrato, veloce e cattivo il giusto.
Ok che davanti non aveva attaccanti di caratura internazionale, ma la sua prestazione è stata ugualmente notevole.
- Maggio 6: ormai è diventato famoso, quindi su di lui gli avversari raddoppiano spesso e volentieri, comunque la sua parte la fa sempre.
- Sammarco 7: finalmente riecco il brillante centrocampista ammirato spesso nel girone d'andata, torna al gol e mette in mostra giocate di qualità.
- Palombo 6.5: il piede è e rimarrà sempre ruvido, ma è ovunque ci sia bisogno.
88' Ziegler: s.v.
- Franceschini 6.5: il merito del raddoppio è quasi tutto suo.
79' Volpi: s.v.
- Zenoni 5.5: arrugginito, commette troppi errori.
- Bonazzoli 5.5: si batte ma non tira mai in porta.
74' Kalu 6: lui invece appena entrato sfiora subito il terzo gol dopo un bello spunto personale.
- Delvecchio 6.5: sempre più convincente in questo ruolo di seconda punta, peccato per il gol fallito nel finale.
All. Mazzarri 7: uno dei principali artefici di questa Samp che vede il Paradiso...

Pagelle Empoli ( 4-3-3 ): Bassi 5; Raggi 6 Marzoratti 5 ( 27' Volpato s.v. ) Piccolo 5 Antonini 6 ( 86' Moro s.v. ); Buscè 5 Marchisio 5 Budel 5 ( 69' Musacci 6 ); Abate 6 Giovinco 6.5 Vannucchi 5.5 All. Malesani 5.5
Arbitro: Trefoloni di Siena 5.5
Marcatori: 6' Sammarco; 16' aut.Marzoratti.
Ammoniti: Musacci, Franceschini, Bonazzoli, Gastaldello, Zenoni.
Angoli: 4-6
Note: spettatori paganti 2.577, incasso di € 31606; abbonati 4.489

2 commenti:

yashal ha detto...

Ottima davvero ottima Samp...complimenti sinceri

Andrea ha detto...

Grazie yashal...in effetti stiamo andando oltre ogni più rosea aspettativa...:-)