" Si è tifosi della propria squadra perchè si è tifosi della propria vita, di se stessi, di quello che si è stati, di quello che si spera di continuare a essere. E' un segno, un segno che ognuno riceve una volta per sempre, una sorta di investitura che ti accompagna per tutta la vita, un simbolo forte che si radica dentro di te, insieme alla tua innocenza, tra fantasia, sogno e gioco."

giovedì 24 gennaio 2008

Samp ingenua,la Roma ipoteca la semifinale

Giocare oltre 70' in superiorità numerica e passare in vantaggio: il massimo della vita! Ma non per la Samp di ieri che è riuscita nell'impresa di farsi riagguantare dalla Roma in un'azione di rimessa! Roba da matti!!!
Intendiamoci,la "Maggica" non ha rubato assolutamente nulla e anzi,se i giallorossi fossero stati meno leziosi ( a volte si ha la sensazione che vogliano entrare in porta col pallone...) avrebbero anche potuto vincere e archiviare il discorso qualificazione: con questo prezioso 1-1 la squadra di Spalletti ha comunque ipotecato il passaggio alle semifinali di Coppa Italia.
Nei blucerchiati c'è Antonio Cassano,smanioso di mettersi in mostra davanti ai suoi ex compagni,ma Tonino non riuscirà quasi mai a incidere...
Parte bene la Roma,col suo solito gioco fatto di ficcanti trame in velocità ma al 18' ecco la possibile svolta del match: Mexes,già ammonito,falcia Cassano a metacampo e viene espulso dall'arbitro Morganti. Pronta la mossa tattica di Spalletti: Panucci va a fare il centrale con Ferrari e Tonetto retrocede sulla linea difensiva. I giallorossi non accusano minimamente l'inferiorità numerica e anzi,quando si distendono in avanti fanno sempre paura,la Samp appare contratta con un Volpi opaco, Delvecchio alquanto confusionario e un Bonazzoli che non riesce a rendersi pericoloso.Male sulle fasce,dove sia Zenoni che Ziegler sbagliano parecchio.Una buona occasione comunque i blucerchiati la creano con Delvecchio che,da ottima posizione,al volo calcia di un soffio a lato.Sul finire del primo tempo c'è poi un gol annullato a Sala ( fallo di Cassano ) e un'incredibile opportunità fallita di testa da Vucinic.

Nella ripresa la Samp è più convinta,Mazzarri inserisce Bellucci per Delvecchio e al 62' arriva il vantaggio realizzato da Ziegler con un gran sinistro da fuori area ( Curci non proprio esente da colpe ). I blucerchiati continuano a spingere e sembrano poter controllare la situazione ma al 69' accade l'incredibile: Maggio,appena entrato al posto di Campagnaro,perde il contrasto con Mancini,velocissimo a lanciare Vucinic.L'attaccante montenegrino brucia i distratti Lucchini e Sala e solo davanti a Mirante lo fa secco con un delizioso tocco d'esterno destro.Davvero una disattenzione incredibile quella della retroguardia doriana! La Samp accusa il colpo e la stanchezza,esce Cassano per Caracciolo mentre la Roma,che sembra più fresca fisicamente,sul finale sfiora il colpaccio con lo scatenato Mancini che però fallisce la mira.

Sui singoli: Franceschini su tutti,bene anche Campagnaro.Cassano a fasi alterne,male Delvecchio,Lucchini e Zenoni,non sufficienti le prestazioni di Sala e Bonazzoli,opaco il rientro di Capitan Volpi.
Ziegler malissimo fino al gol,poi ha preso fiducia,Mirante incolpevole sulla rete di Vucinic e comunque sicuro quando è stato chiamato in causa,Maggio e Bellucci invece non sono riusciti ad entrare in partita.
Nella Roma tutti bene,citazioni per De Rossi ( che gran centrocampista ! ) Panucci e Mancini.

3 commenti:

francescomisc ha detto...

Grazie per il link e spero anche che ben presto anche il tuo bel Blog si "etichetta" con il marchio della "non violenza nel calcio".
ciao
francescomisc
www.interclubacquaviva.blogspot.com

arsenal4ever(Real Kattati member),ovvero il Francio. ha detto...

ciao..come non poter dire forza doria...la simpatizzo da sempre!

Andrea ha detto...

Grazie per la visita e il commento :-)...e sempre forza SAMP!